La Ferrari di Charles Leclerc esce dai box prima del Gran Premio di Abu Dhabi 2019 di F1 a Yas Marina (Foto Ferrari)
La Ferrari di Charles Leclerc esce dai box prima del Gran Premio di Abu Dhabi 2019 di F1 a Yas Marina (Foto Ferrari)

F1 | Ferrari sotto inchiesta già prima del via: Leclerc rischia la squalifica

Sulla Ferrari cade una brutta tegola prima ancora della partenza del Gran Premio di Abu Dhabi, tappa conclusiva della stagione 2019 di Formula 1. La Rossa è infatti finita sotto indagine per una presunta violazione al regolamento tecnico relativa ai carichi di benzina. La vicenda è stata sottoposta, da parte dei commissari di gara, all’attenzione del delegato tecnico della Federazione internazionale dell’automobile, Jo Bauer.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Nelle sue note pre-gara, Bauer ha riportato che sulla vettura di Charles Leclerc è stata riscontrata un’irregolarità: una “significativa differenza” tra il quantitativo di carburante dichiarato dalla Scuderia e quello misurato effettivamente nel serbatoio della monoposto durante il controllo di routine da parte degli ufficiali della Fia. Il bollettino in questione è stato diramato solo 48 minuti prima della partenza della gara a Yas Marina e ha confermato che la questione è stata riportata alla direzione gara.

La Ferrari attende la sentenza

Secondo i giornalisti presenti sul posto la questione sarà trattata dopo la gara: infatti Leclerc ha preso regolarmente il via dalla terza piazzola della griglia di partenza. La Ferrari è stata convocata alle 19:45 ora locale (le 16:45 italiane) da parte dei giudici, che ascolteranno la sua versione prima di esprimere il loro verdetto: il rischio è quello di una squalifica.

La regola che il Cavallino rampante è accusato di avere violato è stata introdotta proprio all’inizio di questo campionato e prevede che le squadre dichiarino alla Federazione il carico di carburante che viene immesso nella vettura almeno due ore prima della partenza della gara. Questo numero viene poi verificato tramite la pesatura delle auto a campione poco prima del via.

Non si sono fatti attendere i commenti da parte dei rivali: “Credo che la cosa interessante stia nelle parole ‘differenza significativa’”, ha sottolineato il team principal della Red Bull, Christian Horner. “I regolamenti tecnici sono bianchi o neri: di solito in un caso del genere una macchina o è legale o no. Non vedo come Leclerc potrebbe evitare la squalifica”. La Ferrari, per bocca del suo boss Mattia Binotto, ostenta però serenità: “Abbiamo visto la notizia anche noi, capiremo”, ha dichiarato sulla griglia di partenza ai microfoni di Sky Sport. “Ancora non ci è chiaro di cosa si tratta perché non ci sono informazioni. Se ne parlerà dopo la gara e avremo modo di capire, da parte nostra siamo tranquilli”.

La Ferrari di Charles Leclerc in pista al Gran Premio di Abu Dhabi 2019 di F1 a Yas Marina (Foto Ferrari)
La Ferrari di Charles Leclerc in pista al Gran Premio di Abu Dhabi 2019 di F1 a Yas Marina (Foto Ferrari)