(Mercedes Twitter)

F1 | Abu Dhabi, Gara: tempi e classifica finale

Prima ancora dei semafori spenti è subito giallo per la Ferrari. La delegazione tecnica ha ravvisato una discrepanza tra il quantitativo di benzina dichiarato sulla SF90 di Charles Leclerc e quello effettivamente trovato, ragione per cui non appena giunti alla fine del GP di Yas Marina la FIA prenderà una decisione.

Con una temperatura di 27 °C è scattato l’ultimo round del 2019.

La corsa comincia senza DRS per motivi tecnici.

Lewis Hamilton riesce a mantenere la posizione mentre il Principino infila la Red Bull di Max Verstappen.
Pierre Gasly al box per contatto con le Racing Point di Lance Stroll e Sergio Perez.

Valtteri Bottas scatenato. Dal fondo griglia è già 11° al giro 8.
Grande agitazione per Leclerc che si lamenta per le vibrazioni.
Al giro 10 mentre entrambe le Renault sono in top 10, anche Bottas è entrato in zona punti.
Vettel viene invitato a spingere e lui risponde “Lo sto già facendo”.

Al giro 13 doppia sosta per la Rossa che passa con entrambi i piloti alla gomme due. Tutto ok per Charles, mentre Seb accusa problemi alla posteriore sinistra. Il tedesco rientra 8°.

Scatenato il #5 cerca subito di rimontare.

Il sorpasso di aggressivo Ricciardo su Sainz tra le curve 5 e 6 è stato messo in nota dai federali.

Al giro 17 bella bagarre tra Vettel e Bottas in lotta per la piazza 5.

Dopo 19 giri anche l’Alfa Romeo di Kimi Raikkonen è a punti.

Dal giro 21 si può usare il DRS.
Al giro 22 Kvyat supera Iceman ed è 8°.

Battaglia con contatto e carbonio che vola tra Antonio Giovinazzi e Robert Kubica. I due sono il lotta per la posizione 15. Intanto Raikkonen dopo essere passato dalla medie alle hard e 14°.

Al giro 26 coperture dure per Mad Max.
Bon Giovi e Kubica sotto indagine.

Al giro 27 dure anche per Ham.

L’incidente tra l’Alfa e la Kubica è stato archiviato.

Verstappen lamenta noie a livello di freno motore.

Al giro 32 Verstappen su Leclerc alla curva 8. Il monegasco non ci sta e prova, inutilmente a rispondere.

Vettel perde pezzi di carbonio. Uno colpisce il muso della RB15 di Albon.

Al giro 39 soft per Leclerc. Medie per Vettel.
al giro 48 ritiro per Stroll. Kvyat supera Hulkenberg ed è 9°.
Ham comanda su Verstappen, Leclerc, un magnifico Bottas, Albon e Vettel.

Bottas scatenato. Il finnico potrebbe prendere la rossa di Leclerc anche se deve fare i conti con i doppiati.

Vettel passa Albon. Il tedesco si lamenta per la manovra al limite dell’inglese.

Bandiera a scacchi! Lewis Hamilton vince davanti a Max Verstappen a Charles Leclerc, sub iudice.

(F1 Twitter)