Londra, riconosciuto il terrorista: era in libertà vigilata

0
38

Londra, riconosciuto il terrorista: era in libertà vigilata

Aveva solo 28 anni Usman Khan, l’uomo che ieri 29 novembre ha accoltellato i passanti sul London Bridge, ferendone tre prima di essere a sua volta fermato e ucciso dalla polizia. Khan aveva partecipato ad un evento organizzato dalla Cambridge University nella Sala Fishmonager intitolato Learning together. Lo ha precisato il commissario della polizia di Londra Neil Basu. Il vice rettore dell’Università di Cambridge, Stephen Toope, in una nota si definisce devastato per il fatto che l’evento organizzato dal suo istituto di criminologia, sia stato nel mirino dell’aggressione, poi ucciso sul London Bridge dalla forza dell’ordine.

 

 

Attentato al London Bridge, l’orrendo passato di uno dei passanti –> LEGGI QUI

 

Khan era stato rilasciato in libertà vigilata lo scorso anno dopo aver scontato sei anni per atti di terrorismo, infatti avrebbe già tentato di organizzare un attacco a Londra nel 2010, secondo quanto riporta il Guardian. Condannato nel 2012 e rilasciato a dicembre 2018 su licenza, cioè significa che avrebbe dovuto soddisfare determinate condizioni o sarebbe tornato in carcere. Infatti diversi media della Gran Bretagna hanno riferito che l’uomo indossava un braccialetto elettronico alla caviglia. Inoltre aveva fatto parte di una gang di nove estremisti di Stoke-on-Trent, il gruppo sosteneva che meno di 100mila ebrei siano morti nell’Olocausto e ritenevano che Hitler fosse stato dalla parte dei musulmani per aver capito che gli ebrei erano pericolosi.