La Mercedes brilla ad Abu Dhabi ed Hamilton punge la Ferrari

0
202

F1 | La Mercedes brilla ad Abu Dhabi ed Hamilton punge la Ferrari

Le qualifiche vissute sul circuito di Yas Marina questo sabato sono state l’esatto riassunto di ciò che ha raccontato il 2019 della F1. La Mercedes ha lasciato le briciole alla concorrenza, mentre la Ferrari è naufragata nei suoi errori. Dopo i due incidenti di Vettel e Leclerc spalmati nelle prime due sessioni di prove libere, quando era il momento di fare il risultato il box della Rossa ha sbagliato in pieno facendo perdere la chance al monegasco di lottare per la pole. Disastri di casa Maranello a parte, le Frecce d’Argento sotto le luci artificiali di Abu Dhabi si sono dimostrate le più forti.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Non è stata una delle sessioni più facili“, ha riconosciuto Lewis Hamilton dall’alto della sua partenza al palo numero 88, posizione allo start che non riusciva a guadagnare dal lontano GP della Germania. “Ormai non potendo sviluppare l’auto tutto si gioca negli assetti. Ad ogni modo sono stati fantastici entrambi i run del Q3. Devo ringraziare il team perché nonostante i due campionati vinti ha ancora la voglia di spingere“.

Quindi, dopo aver indicato la Red Bull come principale avversaria per la gara di domenica, il sei volte iridato ha così commentato le parole di apprezzamento nei suoi confronti pronunciate da Mattia Binotto nel corso della conferenza stampa di venerdì. “Non era mai successo che un membro del Cavallino mi nominasse“, ha buttato lì la frecciata. “L’ho sempre apprezzata come scuderia, di conseguenza è un piacere ricevere da loro dei complimenti“, ha aggiunto vagheggiando su un possibile passaggio in rosso nel 2021.

Sorridente come Ham Valtteri Bottas, in seconda piazza copia in colla della sua stagione. “I miei tentativi sono stati buoni e rispetto a ieri abbiamo migliorato il set up. Ci ho provato in tutti i modi, ma la tornata del mio team mate è risultata piu incisiva. In corsa mi presenterò comunque con uno spirito battagliero“, ha infine analizzato il finnico.

Chiara Rainis

Mercedes (Getty Images)