Scott Redding a tutto gas su Valentino Rossi e Jorge Lorenzo

Scott Redding
getty images

Scott Redding a tutto gas su Valentino Rossi e Jorge Lorenzo

Nel 2020 Scott Redding corre per il team ufficiale Ducati nel campionato mondiale Superbike. Ma il britannico è una vecchia conoscenza nel paddock MotoGP e, in un’intervista a Speedweek, ha parlato dei principali protagonisti.

A cominciare dal dimissionario Jorge Lorenzo, che dopo la gara di Valencia ha annunciato il suo ritiro: “So cosa significa non avere successo. È un campione del mondo e ha ottenuto molto più di me. Posso solo immaginare come fosse difficile per lui fare testa e muro ogni giorno. Perché dovrebbe continuare a soffrire? Ha 100 milioni nel suo conto in banca, possiede alcune belle case ed è un pluricampione. Quindi perché non fermarsi? Penso che sia la decisione migliore”.

Ma Scott Redding ha parlato anche di Valentino Rossi che nel 2020 potrebbe decidere di seguire la medesima decisione. “Finché hai successo, non c’è motivo di fermarti. Ma se cadi e sei un giovane pilota, resisti e combatti. Ma ad una certa età inevitabilmente ti chiedi perché dovresti continuare se cadi. Se allora (dopo il biennio in Ducati, ndr) Valentino non avesse ottenuto buoni risultati, si sarebbe sicuramente fermato”.

Invece con la Yamaha ha ottenuto subito buoni risultati e ha sfiorato il titolo iridato nel 2015, perdendolo solo all’ultima gara e in circostanze che faranno discutere in eterno. Ma sulla via del tramonto ci sarebbe anche Andrea Dovizioso secondo Redding: “Questi piloti hanno una certa età, i giovani piloti stanno arrivando più velocemente. Marquez li distrugge tutti e gli anziani non hanno più la volontà di rischiare così tanto. E va avanti così da anni. Jorge è un grande pilota, anche se è un tipo strano. Ma ognuno è quello che è. E ai suoi tempi era inarrestabile. Ho guidato belle gare contro di lui e ho imparato molto da lui. Pertanto, gli auguro il meglio per il suo tempo in pensione”.

Valentino Rossi in pista (Getty Images)
Valentino Rossi in pista (Getty Images)