Karel Abraham MotoGP Superbike
Karel Abraham (©Getty Images)

MotoGP, Abraham smentisce contatti per correre in Superbike. Niente team Barni Racing nel 2020, nonostante le voci circolate.

Karel Abraham è stato scaricato dal team Reale Avintia Ducati e il suo futuro rimane incerto. Dalle sue prime dichiarazioni il pilota ceco ha fatto sapere che la sua carriera è finita. Forse la rabbia lo spinto a dire ciò, però per il 2020 è difficile che possa avere buone opzioni.

Nel Motomondiale quasi tutte le selle sono ormai occupate e anche in Superbike. Certamente non lo rivedremo in MotoGP e neanche in Moto2. E appare improbabile pure un ritorno nel WorldSBK, dove ha già corso nel 2016 con il team Milwaukee BMW senza conquistare risultati degni di nota.

MotoGP, Abraham: niente team Barni Racing Ducati in Superbike

Negli ultimi giorni erano circolati dei rumors che lo davano in trattativa con il team Barni Racing per ottenere una seconda Ducati Panigale V4 R al fianco di Leon Camier. Ma Abraham, attualmente negli Stati Uniti in vacanza, ha smentito tutto ai microfoni di Speedweek: «Nessuno mi ha contattato. Sembra che tutti gli altri ne sappiano più di me».

Lo stesso Marco Barbabò, team manager di Barni Racing, ha negato: «Non ci sono colloqui con Karel». E pure Gigi Dall’Igna, direttore generale Ducati, ha fatto sapere che non è prevista una seconda moto nella struttura bergamasca nel campionato mondiale SBK.

Abraham non sarà il futuro compagno di Camier. Vedremo se per il 2020 troverà una sella oppure se rimarrà fermo. Sono emerse voci secondo le quali il prossimo potrebbe essere l’ultimo anno di Brno nel calendario MotoGP e il proprietario del circuito, il padre di Karel, potrebbe pensare in ottica 2021 a rientrare in Superbike. E allora l’ormai ex pilota del team Reale Avintia potrebbe trovare una sistemazione.

Karel Abraham MotoGP
Karel Abraham nel team Reale Avintia Ducati MotoGP dovrebbe essere sostituito da Johann Zarco (Getty Images)