Il futuro di Kubica si svela. Sarà diviso in due

0
277
Robert Kubica (Getty Images)

F1 | Il futuro di Kubica si svela. Sarà diviso in due

Manca ancora l’ufficiale ma pare ormai certo. Robert Kubica nel 2020 sarà impegnato in pista come pilota del DTM, mentre durante la settimana si dedicherà al lavoro di collaudatore della Haas.

Secondo quanto abbiamo appreso noi di Tuttomotoriweb sarebbe ormai soltanto una questione di dettagli prima dell’annuncio vero e proprio. A Yas Marina, infatti, il team manager della scuderia americana Gunther Steiner, ha fatto intendere di aver deciso di puntare sul polacco quale spalla dei giovani Pietro Fittipaldi e Louis Delatraz per avere un indirizzo da esperto. In pratica, alla luce delle difficoltà accusate da Romain Grosjean e Kevin Magnussen durante questo campionato, i consigli di un driver veterano come il 34enne, sarebbero parsi la via più semplice e indolore per provare a tentare la risalita.

Sempre seguendo le dichiarazioni del dirigente meranese, il proprietario dell’equipe Gene Haas avrebbe mostrato impazienza e disappunto davanti alla mancanza di risultati, ma soprattutto ai regressi dell’ultimo periodo.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Io la decisione l’ho presa“, ha affermato il vincitore del GP del Canada 2008. “Non voglio però svelare troppo. E’ una vicenda un po’ complicata in quanto ho voluto combinare programmi diversi. Per quanto concerne gli impegni di gara quelli dipendono al 100% da me, però poi c’è il mio sponsor, la Orlen”.

Loro vorrebbero restare in F1, quindi staremo a vedere se riusciremo ad accontentare tutti“, ha proseguito rivelando che in ogni caso sarà davvero presente nel campionato tedesco turismo, sebbene non si sappia ancora con quale team. “Il DTM è certamente una bella sfida in quanto si tratta della serie europea più complicata. Mettiamola così. Se davvero riuscissi a correre lì ne sarei felice e se fossi in grado di venire incontro alle esigenze di tutti sarebbe ancora meglio“, ha concluso in maniera altruista.

(Getty Images)

 

Chiara Rainis