Ad Abu Dhabi due incidenti per la Ferrari: “Siamo lenti”

F1 | Ad Abu Dhabi due incidenti per la Ferrari: “Siamo lenti”

E’ probabile che il fattaccio di San Paolo abbia lasciato delle cicatrici visto che tutti e due i piloti della Rossa si sono resi protagonisti di innocui ma altrettanto evitabili crash nel corso della prima giornata di attività in quel di Yas Marina.

Ad aprire le danze in maniera abbastanza clamorosa con tanto di bandiera rossa è stato Sebastian Vettel, quinto e quarto assoluto. “Sono stato sfortunato perché ho colpito le barriere, danneggiando però solo il posteriore“, ha analizzato il tedesco, in circuito assieme al papà Norbert cercando di minimizzare l’ennesimo errore di cui è stato protagonista in questa travagliata campagna 2019.

Passando poi alle sensazioni di guida sul tracciato arabo, Seb ha invece detto: “Come nelle precedenti corse rispetto alla concorrenza manchiamo di velocità e specialmente fatichiamo nel terzo settore dove patiamo il surriscaldamento delle gomme. L’obiettivo ora è migliorare l’assetto“.

Quindi una piccola chiosa sull’incidente del Brasile che ancora sta facendo discutere. “Sia io che il mio compagno eravamo scontenti, ma ci siamo parlati confrontandoci anche con boss Binotto. La conclusione è stata che d’ora in poi quando saremo in lotta, dovremo darci piu spazio a vicenda così da evitare repliche. Purtroppo un piccolo contatto ha portato grandi conseguenze“, ha ripetuto un concetto espresso subito a caldo ad Interlagos.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Di parare analogo circa la disamina dei primi 180 minuti negli Emirati, anche Charles Leclerc, settimo e terzo. “Ho perso la macchina e sono andato a muro senza però fare grandi danni“, ha sostenuto.”L’FP1 è stato piuttosto complicato, meglio invece l’FP2. Per le qualifiche siamo messi bene, mentre per il GP c’è ancora tanto da fare. In particolare mi preoccupano le soft in ottica gara. Nessun problema invece con le hard. Nel complesso sono soddisfatto“, ha concluso indicando la Red Bull e nello specifico Max Verstappen come un rivali da tenere d’occhio.

Leggi anche —> La curva maledetta della Ferrari: dopo Vettel sbatte pure Leclerc (VIDEO)

Chiara Rainis

Charles Leclerc alla guida della Ferrari durante le prove libere del Gran Premio di Abu Dhabi di F1 a Yas Marina (Foto Charles Coates/Getty Images)