Sebastian Vettel e Charles Leclerc in conferenza stampa (Foto Ferrari)
Sebastian Vettel e Charles Leclerc in conferenza stampa (Foto Ferrari)

F1 | Vettel-Leclerc, il faccia a faccia salta per la nascita del figlio di Seb

L’ultima volta in cui si sono incontrati (anzi, scontrati) è stato in occasione del Gran Premio del Brasile, quando con quella manovra scellerata sulla Reta Oposta i due piloti della Ferrari sono venuti a contatto mettendosi vicendevolmente fuori gara. Poi la prevista riunione chiarificatrice a Maranello non c’è mai stata, sostituita da due chiamate separate tra i vertici della Scuderia e i propri portacolori.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Proprio oggi, dunque, alla vigilia dell’ultimo Gran Premio stagionale ad Abu Dhabi, che Sebastian Vettel e Charles Leclerc avrebbero dovuto tornare a sedersi fianco a fianco. Per la precisione nella sala stampa del circuito di Yas Marina: la Federazione internazionale dell’automobile aveva colto la ghiotta occasione per sfruttare uno dei casi più discussi delle ultime settimane, convocandoli insieme nella conferenza di presentazione del weekend.

Fiocco azzurro in casa Vettel

Ma il piano è stato sovvertito da un’ottima notizia in casa Vettel, che non c’entra proprio niente con le corse: la nascita del terzo figlio, dato alla luce dalla moglie Hanna Prater dopo le due bimbe Emily (di cinque anni) e Matilda (di quattro). Seb si prenderà dunque un giorno di permesso e resterà in Svizzera con la famiglia fino a domani mattina, saltando l’incontro con i giornalisti.

Peccato, perché sarebbe stato un momento importante per conoscere le versioni dei due ferraristi, e anche per misurare in un certo senso il grado di tensione interna alla squadra. Che, ufficialmente, sembra rientrato sotto il livello di guardia: almeno stando a quanto dichiara ad oggi il team principal Mattia Binotto, che come il presidente John Elkann si era invece mostrato evidentemente furibondo dopo il botto di San Paolo.

“Dopo il Brasile abbiamo parlato, sia nell’immediatezza della gara che anche nei giorni successivi”, rivela il boss della Rossa ai microfoni della rivista specializzata tedesca Speed Week. “Credo che abbiano compreso che quanto è accaduto a Interlagos è inaccettabile, ma ora dobbiamo guardare avanti”.

Binotto riporta la calma in Ferrari

Nonostante la lotta gerarchica per imporsi come leader della squadra prosegua ormai da tutto il campionato, Binotto insiste nel sottolineare che tutto vada bene tra i suoi due portacolori: “La verità è che vanno molto d’accordo”, giura l’ingegnere italo-svizzero. “Le cose non stanno come leggete o sentite: potreste pensare che siano continuamente in conflitto, ma non è vero. Mi ricordo che, dopo la controversia in Russia (quando Leclerc accusò Vettel di aver violato gli accordi pre-gara che prevedevano che gli lasciasse la posizione, ndr), ci siamo incontrati tutti al ristorante in Giappone e ci siamo divertiti. Erano di buon umore e si prendevano i cellulari a vicenda per sbirciarsi le foto. Sono felici di passare del tempo insieme”.

E, soprattutto, sono capaci di fare gioco di squadra: “Lo spirito di squadra è molto importante per tirare fuori il massimo da tutti”, conclude Binotto. “Anzi, il senso di solidarietà interno alla Ferrari è divenuto ancora più pronunciato quest’anno, e ne vedremo i frutti nel 2020”. Sperando che questi frutti non siano gli stessi, avvelenati, che abbiamo assaggiato a Interlagos.

Sebastian Vettel e Charles Leclerc (Foto Ferrari)
Sebastian Vettel e Charles Leclerc (Foto Ferrari)