Il team principal della Mercedes, Toto Wolff, con il suo pilota Lewis Hamilton (Foto Paul Ripke/Mercedes)
Il team principal della Mercedes, Toto Wolff, con il suo pilota Lewis Hamilton (Foto Paul Ripke/Mercedes)

F1 | Hamilton teme l’addio di Wolff: “Senza di lui, la Mercedes rischia grosso”

Più ancora che il mercato piloti, a tenere banco in questo momento in Formula 1 è quello dei team principal. Già, perché il contratto più caldo in scadenza a fine 2020 non è quello di Lewis Hamilton, bensì quello del suo boss Toto Wolff. Il 47enne austriaco, che ha saltato l’ultimo Gran Premio del Brasile per la prima volta da quando assunse le redini della Freccia d’argento nel 2013, è stato accostato con insistenza al ruolo di nuovo amministratore delegato della Liberty Media, organizzatrice del Mondiale a quattro ruote, come potenziale sostituto di Chase Carey.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Un’eventualità che preoccupa non poco la squadra di Brackley, che si ritroverebbe senza guida con il rischio di smarrire la strada vincente. Il primo ad esprimere senza troppa vergogna i suoi timori in merito è stato proprio lo stesso Hamilton: “È difficile perché di solito do il mio sostegno a tutti i membri della mia squadra”, ha spiegato il campione del mondo. “E so che rimanere bloccato nella stessa posizione troppo a lungo potrebbe non essere positivo. Perciò voglio che le persone aprano le loro ali e facciano quel che è meglio per la loro carriera. Non so nel suo caso che cosa sia, solo lui lo sa”.

Se lascia Wolff se ne va anche Hamilton?

Ma la decisione di Wolff avrà delle prevedibili conseguenze per la Mercedes. Tanto che il sei volte iridato lascia intendere che dalla decisione del suo boss potrebbe dipendere anche la sua scelta se rinnovare o meno l’accordo con la Stella a tre punte oltre il 2020: “Al vertice di un’azienda serve la persona giusta”, spiega l’anglo-caraibico. “Lui lo è e lo è sempre stato, perciò non vorrei che se ne andasse, in particolare se anche io resterò in questo sport. Ma alla fine sarà una sua scelta. In certi posti, dopo l’addio del capo, ciò che è stato costruito prosegue per un periodo di tempo; altrove le cose vanno nella strada sbagliata. Ma comunque questo team non è fatto di una sola persona, è un gruppo che non si romperà e che saprà continuare a fare il suo lavoro: questo è importante per me. Voglio anche capire dove andrà lui, dov’è la sua testa, perché avere lui a capo dello sport potrebbe essere positivo, ma non so se lui si divertirebbe altrettanto che a capo di un team vincente”.

Insomma, la confusione sotto il sole sembra molta. E anche un po’ di comprensibile paura che, privata del suo condottiero, perfino l’invincibile armata tedesca possa rischiare di perdere la propria imbattibilità.

Il team principal della Mercedes, Toto Wolff, con il suo pilota Lewis Hamilton (Foto Mercedes)
Il team principal della Mercedes, Toto Wolff, con il suo pilota Lewis Hamilton (Foto Mercedes)