Alexander Albon (Getty Images)

F1 | Hamilton campione di umiltà. Albon: “Si è scusato più volte”

Dopo il rocambolesco GP del Brasile sono stati molti i temi di discussione a freddo. Oltre all’incidente in casa Ferrari tra Vettel e Leclerc, un altro incontro ravvicinato è stato degno di commento, ovvero quello che ha visto protagonisti Alexander Albon e Lewis Hamilton, colpevole per sua stessa ammissione di aver mandato ko il connazionale della Toro Rosso.

Ma se non appena sceso dalla macchina una volta terminata la corsa, il sei volte iridato si era prontamente scusato con l’avversario per averlo buttato fuori, ma come ha dichiarato ad Abu Dhabi, il 23enne ha confidato che Ham ha fatto molto di piu nei giorni successivi, quando ancora, probabilmente, si sentiva in colpa per aver mandato in frantumi una gara da podio per il rookie di Faenza.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Non è stata soltanto colpa sua. Pure io avrei potuto fare in modo di evitare l’impatto, ad ogni modo è stato carino ciò che ha detto“, le sua parole alla vigilia del finale di stagione a Yas Marina.  “Mi ha inviato diversi messaggio dopo, quindi bene così“.

Mentre il #23 ha ancora la mente a San Paolo, il suo team mate Max Verstappen guarda già combattivo al futuro dall’alto del suo terzo posto virtuale della generale piloti.

Non posso essere soddisfatto della stagione in quanto avrei voluto di più“, ha sostenuto l’olandese rivelando di sognare una campagna con meno alti e bassi a fronte dell’ormai rodata collaborazione con il motorista Honda. “La speranza è che nel 2020 si riesca da subito ad essere competitivi. L’obiettivo è raggiungere i titoli di Ham? Preferisco non pensare ai numeri. Il mio target resta vincere. Spesso però è questione di fortuna“, ha concluso ricordando come in molte occasioni il successo iridato sia figlio di un concorso di elementi.

 Alexander Albon e Lewis Hamilton (Getty Images)

Chiara Rainis