Luce e gas nuovo rinvio allo stop al mercato tutelato
Poli di potenza (foto Pixabay)

 

Luce e gas: nuovo rinvio allo stop al mercato tutelato. Ancora una volta la fine del mercato tutelato relativamente alla fornitura di luce e gas slitta.

Non è infatti il primo rinvio questo che si preannuncia per la fine del mercato tutelato relativamente alla fornitura di luce e gas.

Facciamo un passo indietro: la fine del mercato tutelato relativamente alla fornitura di luce e gas, ovvero il passaggio al libero mercato significa la fine della fornitura di energia elettrica e di gas ai consumatori in base a condizioni fissate dall’Autorità del settore.

Questo passaggio sarebbe dovuto avvenire, dopo alcune dilazioni, il 1° luglio 2020.

Il ministro dello Sviluppo economico, Stefano Patuanelli, in audizione alla commissione Industria al Senato per presentare le sue linee programmatiche ha infatti dichiarato: “la questione legata al superamento del regime tariffario di maggior tutela” dovrebbe “essere accompagnata da un lato con una maggior consapevolezza dei clienti e dall’altro con un aumento dei venditori, cosa che oggi non consente un’uscita da quel mercato immediata e completa dal 2020”. Aggiunge Patuanelli: “E’ un processo che faremo nelle prossime settimane e nei prossimi mesi, per accompagnare questi elementi a una proroga dell’uscita che non sarà tout court”.

Come sta avvenendo per la plastic tax, quindi, sono in arrivo ridimensionamenti e aggiustamenti.

Leggi anche —–>Novità per le auto aziendali e la plastic tax

Su luce e gas manca la consapevolezza dei clienti

Secondo il titolare del Mise, infatti, “non si tratta semplicemente di spostare avanti quella data, altrimenti ci ritroveremo con le stesse condizioni. Bisogna fare quei passi che consentiranno una maggiore consapevolezza dei clienti e una maggiore offerta, con un percorso che ci porterà con scadenze frazionate a uscire dal mercato della maggior tutela”.

Inoltre sarebbe confermato non solo il retrofront sulla Plastic tax ma anche quello sulle auto aziendali. Putuanelli ha infatti dichiarato che il Governo sta valutando una revisione delle norme sulle auto aziendali: “Si pensa a incentivare un certo tipo di auto piuttosto che penalizzarne un altro tipo” e aggiunge il ministro: “Abbiamo percepito una criticità e ci stiamo muovendo in questo senso”, ha detto Patuanelli.

Nuovo rinvio allo stop al mercato tutelato
Lampadina (foto Pixabay)