Angelina Jolie
Angelina Jolie (Getty Images) 

Geni ‘Angelina Jolie’, le mutazioni diventate famose grazie all’attrice causano il cancro: ecco il farmaco contro il tumore

Angelina Jolie, negli anni, oltre a essere conosciuta come attrice è stata apprezzata anche per la sua storia personale, nella lotta contro il cancro. In ottica preventiva, come noto, si è infatti fatta asportare il seno e le ovaie. Il rischio di tumore era dovuto alla mutazione dei geni Brca 1 e 2, diventati famosi come geni ‘Angelina Jolie’. A Roma, al policlinico Gemelli, è cominciata la sperimentazione del farmaco contro il cancro al pancreas associato a tali mutazioni. Il farmaco andrebbe a ridurre la mutazione stessa rallentando il progredire delle cellule tumorali. All’Adnkronos, la dottoressa Cinzia Bagalà, oncologa del Comprehensive Cancer Center al Gemelli, spiega: “Il farmaco al momento non è rimborsabile, ma è stato avviato l’uso compassionevole per riceverlo dall’azienda e darli ai pazienti che abbiano risposto bene ai cicli di chemioterapia”. Il farmaco consiste in pillole che si possono assumere anche a casa, senza sottoporsi ad altri cicli di chemio in ospedale. Stando ai dati dello studio Polo, con questa terapia l’arresto delle metastasi ha una probabilità del 47%.