Andrea Iannone
photo Aprilia

MotoGP, Andrea Iannone: “Resterò in contatto con Aprilia”

Cala il sipario sulla stagione MotoGP con i due giorni di test a Jerez de la Frontera. In casa Aprilia hanno svolto un lavoro propedeutico all’esordio delle nuove RS-GP 2020 che dovrebbe avvenire a Sepang il prossimo febbraio. Aleix Espargarò, Andrea Iannone e Bradley Smith hanno quindi lavorato sul pacchetto 2019 analizzando nuove soluzioni specialmente a livello elettronico, progressi di cui potrà beneficiare il nuovo prototipo.

I test spagnoli sono stati anche l’occasione per il debutto dei nuovi tecnici che hanno abbracciato il progetto Aprilia, un rafforzamento importante in vista della nuova stagione. “I test di Jerez sono più rilevanti rispetto a quelli di Valencia, perchè questa è una pista più tradizionale e più indicativa – ha detto Aleix Espargarò -. Abbiamo continuato a lavorare sul pacchetto 2019 con alcuni interventi sul lato elettronico, un reparto nel quale ci stiamo rinforzando. Ora la palla passa ai tecnici Aprilia che stanno sviluppando il prototipo 2020, i prossimi mesi saranno cruciali per rispettare l’obiettivo di scendere in pista con la nuova moto a Sepang”.

Soddisfatto Andrea Iannone e ottimista in vista della prossima stagione. Raccolti molti dati per i tecnici che si metteranno al lavoro durante la pausa invernale. “Purtroppo in questi due giorni siamo stati un pò limitati, sia per il meteo sia perchè sono arrivato a Jerez con la febbre. In ogni caso abbiamo trovato qualcosa di interessante su cui lavorare durante l’inverno per presentarci più forti a Sepang. Anche il lavoro fatto da Michelin con le nuove gomme mi è sembrato molto buono. Ora rimarrò in contatto con i ragazzi a Noale per seguire lo sviluppo della nuova moto – ha detto il pilota di Vasto -, per me sarà importante poter fare un passo avanti nella prossima stagione”.