Leclerc e Mick Schumacher alla guida delle Ferrari: che show (GALLERY)

0
4656
Charles Leclerc, Antonio Giovinazzi e Mick Schumacher in pista con le Ferrari F60 al Riyadh Car Show (Foto Ferrari)
Charles Leclerc, Antonio Giovinazzi e Mick Schumacher in pista con le Ferrari F60 al Riyadh Car Show (Foto Ferrari)

F1 | Leclerc e Mick Schumacher alla guida delle Ferrari: che show (GALLERY)

Prima di approdare ad Abu Dhabi, dove questo weekend disputerà l’ultimo Gran Premio della stagione 2019 di Formula 1, la Ferrari ha fatto tappa in Arabia Saudita per un evento davvero speciale. Per due giorni il Ferrari Motorsport Festival ha infatti animato il Riyadh Car Show, il salone dell’automobile che è in corso alla periferia della capitale araba.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

La prima giornata è stata dedicata al Gran Turismo, dove si sono alternati alla guida i piloti ufficiali del Cavallino rampante: James Calado, Miguel Molina, Giancarlo Fisichella, Andrea Bertolini e Olivier Beretta. Ma il vero clou è stato il secondo e ultimo giorno, dove in pista sono scese le monoposto di Formula 1 (in particolare le F60 che corsero nel Mondiale 2009), guidate da Charles Leclerc, Antonio Giovinazzi e Mick Schumacher.

Il pubblico locale si è quindi potuto godere alcuni giri ad alta velocità insieme a delle simulazioni di pit stop. Occhi tutti puntati sulla nuova generazione di Maranello, dal titolare talentino monegasco alla riserva e pilota della Alfa Romeo, fino al figlio d’arte Schumi Jr, membro della Academy, che sempre ad Abu Dhabi parteciperà all’ultima gara stagionale della Formula 2. Assente giustificato solo Sebastian Vettel, rimasto in Svizzera accanto a sua moglie Hanna Prater che sta per dare alla luce il terzo figlio della coppia dopo Emily e Matilde.

Charles Leclerc, Antonio Giovinazzi e Mick Schumacher in pista con le Ferrari F60 al Riyadh Car Show (Foto Ferrari)
Charles Leclerc, Antonio Giovinazzi e Mick Schumacher in pista con le Ferrari F60 al Riyadh Car Show (Foto Ferrari)