Foto oscene sul cellulare del fidanzato, si suicida: il dramma

0
199
Foto oscene
(Getty Images) 

Scopre foto oscene sul telefono cellulare del fidanzato, si toglie la vita: il racconto del drammatico suicidio di una giovane donna

Il ‘Sun’, in Inghilterra, ha ricostruito la drammatica storia di Lydia Roberts, morta suicida dopo aver trovato foto oscene sul telefono cellulare del fidanzato. Adam Wells, questo il nome del ragazzo, aveva infatti immagini indecenti di ragazzine, nascondendo così la sua tendenza alla pedofilia. Lydia ha scritto un sms alla sua migliore amica, in cui diceva: “Mi ha rovinato la vita, ho vissuto con un pedofilo”. Affrontò dunque l’uomo, che cercò di convincerla a restare insieme, ma nel giugno 2017 scoprì che la ragazza si era impiccata, togliendosi la vita nella loro casa di Racliffe, nei sobborghi di Manchester. Dopo quanto accaduto, l’uomo è stato iscritto nel Sex Offender Register per 5 anni. Michelle, madre di Lydia, non si da’ pace e sostiene che Adam sia responsabile della morte della figlia. Lydia era commessa in un negozio della catena H&M e già in passato aveva sofferto di depressione, tentando il suicidio in altre occasioni.