Polizia
Polizia (foto dal web)

Nel pomeriggio di ieri un gruppo di ladri ha messo a segno una rapina a Brindisi facendo irruzione in un McDonald’s affollato di bambini.

Paura nel pomeriggio di ieri, giovedì 21 novembre, in un McDonald’s di Brindisi preso d’assalto da un gruppo di rapinatori. Due malviventi, secondo una prima ricostruzione, avrebbero fatto irruzione nel fast food, situato nel centro commerciale Brin Park, armati di fucile e con il volto coperto da un passamontagna. La rapina si è svolta in pieno giorno, intorno alle 15, mentre il McDonald’s era affollato di genitori e bambini che stavano pranzando.

Brindisi, armati e con il volto coperto fanno irruzione nel McDonald’s: rapina in pieno giorno

Una rapina in pieno giorno in un McDonald’s affollato di genitori e bambini che stavano consumando il pranzo. Questo è quanto è accaduto nel primo pomeriggio di ieri, giovedì 21 novembre, a Brindisi. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, come riporta Brindisi Report, due malviventi sono entrati nel fast food, sito nel centro commerciale Brin Park, armati e con il volto coperto da un passamontagna, mentre un altro componente del gruppo è rimasto all’esterno a fare, come si dice in gergo, il “palo”. I rapinatori hanno preso d’assalto la cassaforte del McDonald’s, che si trovava nel retro del locale, portando via una refurtiva di circa 4 mila euro, per poi fuggire a bordo di una Renault. Secondo quanto riportato da Brindisi Report, durante la fuga uno dei malviventi avrebbe abbandonato sull’asfalto il fucile, rivelatosi in seguito un arma giocatolo, probabilmente utilizzata per il soft air. Fortunatamente non si è registrato nessun ferito, ma solo un grosso spavento per i dipendenti e per i clienti presenti nel locale. Quest’ultimi, scrive Brindisi Report, si sarebbero accorti della rapina solo in seguito al trambusto nel retro, ma per loro non vi sarebbe stato nessun pericolo. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia della squadra Mobile e della scientifica che si sono occupati dei rilievi e adesso stanno indagando per ricostruire l’accaduto ed individuare i responsabili. Gli agenti hanno acquisito le immagini delle telecamere di sorveglianza di alcuni negozi del centro commerciale. Quella di ieri è la terza rapina al fast food in due anni, la prima risale al novembre 2017 e la seconda al maggio dello scorso anno.

Leggi anche —> Nonna brutalmente uccisa in auto dal nipote: lo aveva già denunciato