(©Juan Manuel Correa Twitter)

Automobilismo | Incidente F2 Spa, Correa ci crede: “Tornerò a correre”

Dopo alcune settimane di silenzio Juan Manuel Correa ha deciso di parlare e di farlo in una lunga intervista alla trasmissione radio argentina Mundo Sport. Ormai è passato del tempo da quel 31 agosto che di fatto gli ha cambiato la vita, per quello che ha patito e per la scomparsa dell’amico e collega Anthoine Hubert al giro 2 della gara di sabato della F2, ma quei tragici momenti non lo hanno mai abbandonato.

Quando ti trovi così vicino alla morte e sopravvivi, guardi oltre le corse“, ha riflettuto. “In ospedale ho pensato di non voler tornare a gareggiare, poi ho capito che invece è la mia passione, seppur abbia ben chiaro che ci sono altre priorità come la salute e la famiglia. Un mio amico mi ha chiesto se questo ha spento il mio desiderio di F1. Gli ho risposto che un incidente del genere ti fa scegliere se voler affrontare dei rischi per realizzarlo, oppure no. Ho deciso di continuare perché è il mio sogno“.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Se nelle fasi appena successive al crash la riabilitazione del pilota del Sauber Junior Team sembrava un processo davvero a lunga scadenza, ora il suo rientro nel gruppo nel breve periodo non ha più le sembianze di un miraggio.

All’inizio i dottori si aspettavano che ci mettessi almeno due anni per recuperare pienamente, ma il mio corpo sta facendo tutto molto più velocemente e le ossa si stanno rigenerando molto più rapidamente del normale“, ha sostenuto il pilota nativo di Quito, tornato alla sua vita normale a Miami. “Ad essere ottimisti, fra dodici mesi circa avrò un’idea del recupero che avrò fatto e di dove potrò arrivare. Essere un atleta professionale ha aiutato molto, non solo dal punto di vista osseo e corporeo, ma anche per altre cose, come l’arresto dell’attività polmonare. Sono stato in coma due settimane e se non avessi avuto una condizione fisica ottimale non sarei sopravvissuto“.

Juan Manuel Correa (©Getty Images)

Chiara Rainis