ilaria cucchi salvini
Ilaria Cucchi, sorella di Stefano Cucchi Foto dal web

Ilaria Cucchi, la sorella di Stefano, il ragazzo morto a Roma nel 2009, ha sporto una querela nei confronti di Salvini. Il leader della Lega è stato accusato dalla Cucchi di diffamazione. Matteo Salvini ha più volte criticato le esternazioni di Ilaria nella sua lotta per scoprire la verità sulla morte del fratello e i mandanti di quello che lei ha sempre ritenuto un omicidio. Ora che la tesi di Ilaria Cucchi è stata confermata anche dalla legge, con la condanna a 12 anni di due carabinieri per la morte di Stefano Cucchi, Salvini ha di nuovo irritato la donna con le sue parole. 

Il leader della Lega ha commentato l’esito del caso dicendo che la giustizia fa il suo corso e chi sbaglia paga ma che «la droga fa male, sempre e comunque». Questo è un chiaro riferimento al fatto che Stefano avesse dei precedenti per droga e proprio per detenzione di stupefacenti è stato arrestato in quel tragico ottobre 2009.

Molte persone avevano sostenuto che Stefano fosse morto a causa di un suo problema di salute causatogli dalla droga o che comunque il suo essere un tossico abbia legittimato in qualche modo l’operato dei carabinieri. Ilaria non ha potuto far passare questa frase di Matteo Salvini, che non sappiamo nemmeno se poter definire una svista.

LEGGI ANCHE >>> Ilaria Cucchi accusa nota giornalista: “Farò una segnalazione all’Ordine”

Ilaria Cucchi: “Salvini, ora basta!” e posta la foto della querela FOTO

Ospite a Radio 2 a “Non è un paese per giovani” Ilaria ha voluto ribadire che è ormai evidente che suo fratello non è morto per droga. Ha aggiunto che Salvini “sta facendo spettacolo sulla pelle della sua famiglia” e che per colpa del leader altre persone la accusano. Qui di seguito vi mostriamo la denuncia di cui ha postato la foto sul suo account Fb Ilaria Cucchi.

LEGGI ANCHE >>> Caso Cucchi, 8 carabinieri accusati: Chiamati a rispondere delle loro responsabilità

Teresa Franco

salvini ilaria cucchi
Il leader della Lega Matteo Salvini querelato da Ilaria Cucchi Foto dal web