acqua ritirata dai supermercati
acqua ritirata dai supermercati FOTO tuttomotoriweb

C’è un tipo di acqua ritirata dai supermercati, come fa sapere prontamente il Ministero della Salute con un comunicato ufficiale. Le info da conoscere.

C’è dell’acqua ritirata dai supermercati per “rischio microbiologico”, come comunicato dal Ministero della Salute con una circolare. La nota risale al 19 novembre ed è presente sullo spazio apposito dell’Ente dove vengono inserite le note ufficiali in merito a prodotti alimentari richiamati dal commercio per possibile presenza di rischi per i consumatori. L’Acqua Nestlé Vera Naturae ritirata è minerale e non risulta essere conforme agli standard di sicurezza per colpa di un potenziale rischio microbiologico. Analisi di laboratorio e controlli approfonditi hanno rilevato delle tracce di Anaerobi Sporigeni Solfito riduttori. Cosa che ha portato i soggetti coinvolti ad intraprendere le necessarie misure previste allo scopo di tutelare la salute dei consumatori e non dare luogo al paventato possibile rischio microbiologico di concretizzarsi. L’Acqua Vera richiamata è diffusa sul mercato in delle bottiglie di plastica PET nel formato standard da 50 cl.

LEGGI ANCHE –> Farina ritirata dai supermercati: l’avviso del Ministero della Salute

acqua ritirata dai supermercati, le info per il rimorso

Per riconoscere questo tipo di acqua ritirata dai supermercati si può fare ricorso anche alla data di scadenza. Il lotto richiamato indica l’ottobre 2020 e ha come numero di riconoscimento 9303842201. A produrre quest’acqua è la Sanpellegrino s.p.a, nel suo stabilimento di Castrocielo, località del Lazio in provincia di Frosinone. Pare che sia stata la Asl proprio di Frosinone ad avere rivelato la possibilità di incappare nel rischio microbiologico ivi descritto. L’invito ai consumatori che eventualmente debbano avere portato a casa delle confezioni del lotto in questione sono i soliti per questi casi. Cioè di non consumare questo prodotto. È possibile chiedere un legittimo rimborso anche senza presentare lo scontrino di riferimento. Occorrerà recarsi semplicemente nel punto vendita dove è stata acquistata l’acqua. In tal caso si procederà con la restituzione della cifra spesa oppure con un cambio.

LEGGI ANCHE –> Ritirato alimento surgelato: presenza di escherichia coli

Acqua Vera richiamata
FOTO tuttomotoriweb