Maverick Vinales
Maverick Vinales (Getty Images)

MotoGP test Valencia | Vinales chiede più potenza sul motore alla Yamaha.

È stato di Maverick Vinales il miglior tempo nel secondo e ultimo giorno di test MotoGP a Valencia. Il pilota Yamaha ha continuato a lavorare sulla versione 2020 (non definitiva) della M1.

Tanta curiosità di provare il nuovo motore, che dovrebbe garantire una erogazione della potenza migliore e maggiore velocità sul rettilineo. Effettivamente sul dritto la moto appare leggermente più rapida, però il circuito Ricardo Tormo non è l’ideale per saggiare la bontà del nuovo propulsore di Iwata. Qualche indicazione migliore potrebbe arrivare nel prossimo test a Jerez.

MotoGP, test Valencia: i commenti di Vinales

Oggi Vinales ha parlato a Sky Sport MotoGP dopo la fine del test di Valencia. Queste le sue impressioni: «Ho lavorato molto col motore nuovo, ancora dobbiamo migliorare però sembra la strada giusta. Bisogna capire come andare meglio. Ancora manca potenza. Questo propulsore è un po’ più potente dell’altro, ma manca ancora un altro step e speriamo che Yamaha lavori forte».

Il motore è la preoccupazione maggiore del pilota di Figueres, che si trova a proprio agio nel guidare la Yamaha M1 nelle parti guidate: «Per il resto siamo messi molto bene. Il telaio lavora bene, sono abbastanza contento. Il grip è ottimo, dobbiamo verificare meglio le cose quando su piste con meno aderenza. Questa rimane un’incognita».

Vinales ha avuto modo di specificare quanti chilometri orari mancano al propulsore di Iwata per essere ritenuto soddisfacente: «La potenza attuale non è abbastanza – riporta Speedweekperché gli avversari sono molto più avanti di noi. Ci servono ancora 8 km/h di velocità massima. Comunque ora riesco a stare meglio in scia, abbiamo anche molta trazione. Ai bassi regimi andiamo bene, invece negli alti serve lavorare».

Maverick Vinales
Maverick Vinales ha realizzato il miglior tempo nel test MotoGP di Valencia (Getty Images)