Jack Miller
Getty Images

MotoGP, Jack Miller prova la Ducati 2020 grazie a Petrucci

Con Danilo Petrucci che ha concluso il suo test a Valencia dopo solo 10 giri martedì, Jack Miller è stato sottoposto alla maggior parte del suo programma di test per la Ducati, prendendo confidenza con il prototipo GP20 del team di Borgo Panigale.

Oltre a lavorare con il nuovo motore della Ducati, ha anche provato un nuovo telaio e un sedile specifici, con un componente “lunchbox” posteriore più voluminoso, Jack Miller ha eseguito continui test back-to-back con la sua GP19. Non gli riesce il time attack e chiude il secondo giorno del test di Valencia 10° con un gap di un secondo da Maverick Vinales, il più veloce della giornata.

Il pilota australiano del team Pramac ha confrontato la sua GP19 con la moto sperimentale 2020, che non sarà completata fino ai test di Sepang del prossimo febbraio, ritenendo che siano presenti evidenti passi avanti della Ducati nelle curve e nelle velocità a metà curva. Adesso Jack Miller è impaziente di provare lo stesso prototipo al test di Jerez della prossima settimana per capire le sensazioni su un tracciato di differente carattere. “Con Danilo che ha un po’ di dolore alla spalla, oggi sono stato in grado di salire sulla moto 2020, beh la prima versione di esso, e sono abbastanza felice, ma è stata una giornata impegnativa”, ha detto Miller.

“Sono molto soddisfatto per questi due giorni di test e per aver chiuso la stagione regalando una bella soddisfazione al team. Abbiamo lavorato molto su alcune novità, e oggi ho avuto modo di provare il telaio della moto 2020 che troverò nuovamente a Jerez. Le sensazioni sono estremamente positive – ha concluso Jack MIller – e non vedo l’ora di tornare in pista la prossima settimana per gli ultimi due giorni di test. Poi potremo goderci con tutto il team le meritate vacanze invernali.

Jack Miller
getty images