La Aprilia di Andrea Iannone prende fuoco all'uscita dai box di Valencia durante i test MotoGP (Foto dal profilo ufficiale Twitter della MotoGP)
La Aprilia di Andrea Iannone prende fuoco all’uscita dai box di Valencia durante i test MotoGP (Foto dal profilo ufficiale Twitter della MotoGP)

MotoGP | Brivido Iannone: la sua Aprilia prende fuoco all’uscita dai box (VIDEO)

Una stagione di debutto in Aprilia complicatissima per Andrea Iannone si conclude nel peggiore dei modi: nel corso della seconda giornata di test MotoGP a Valencia, mentre aveva imboccato l’uscita dalla pit lane, il pilota abruzzese ha visto letteralmente prendere fuoco la sua RS-GP.

Nessuna conseguenza, per fortuna, per il Maniaco, che però si è comprensibilmente spaventato e, una volta rientrato al suo box, si è sfogato con i suoi tecnici, ripreso dalle telecamere di Sky Sport: “Mi ammazzo contro il muro, è dieci volte che dico che la moto non va”. Successivamente Iannone è rientrato in pista e ha chiuso al diciannovesimo posto le prove, commentando così una volta ripresa la calma.

“In questi due giorni abbiamo lavorato tanto, sappiamo di dover migliorare e non lasciamo nulla di intentato”, ha spiegato Andrea. “Abbiamo avuto modo di provare soluzioni diverse e anche di ritestare alcune componenti utilizzate durante l’anno. Alcune cose interessanti le abbiamo trovate, sviluppi che ci serviranno sicuramente in ottica 2020. Chiaro che possano capitare anche degli inconvenienti, è da mettere in preventivo quando ci si avvicina ad alcuni limiti ma sono piuttosto sereno”.

Lavoro elettronico nei test MotoGP per Aprilia

Un po’ meglio è andato il test del suo compagno di squadra Aleix Espargarò, che ha chiuso sedicesimo: “Anche in questi due giorni purtroppo si sono confermate alcune difficoltà avute durante il weekend di gara, a partire da una certa instabilità all’anteriore che non siamo riusciti a risolvere del tutto”, ha spiegato lo spagnolo. “Abbiamo lavorato soprattutto sulla parte elettronica, la nuova moto sapremo che arriverà a Sepang e non vedo l’ora di provarla”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

In attesa di mettere le mani sul nuovo modello della moto, la Casa di Noale ha lavorato soprattutto sulla strategia elettronica, dalla gestione della trazione a quella del freno motore. Una mano l’ha data anche il collaudatore Bradley Smith: “In questi due giorni io, Aleix e Andrea ci siamo un po’ divisi il lavoro. In questo momento non si tratta di provare componenti drasticamente nuove ma di raccogliere dati che permettano agli ingegneri di apportare le ultime modifiche al progetto 2020, nel mio caso soprattutto a livello di ciclistica ed ergonomia. Non abbiamo molti giorni di test prima dell’inizio della stagione quindi è importante portare avanti il lavoro quanto più possibile”.

Andrea Iannone in sella alla sua Aprilia nei test MotoGP di Valencia (Foto Aprilia)
Andrea Iannone in sella alla sua Aprilia nei test MotoGP di Valencia (Foto Aprilia)