Domanda di iscrizione a scuola online: i 10 consigli per non sbagliare

0
69
Assegno figli
(foto dal web)

Dal 27 dicembre 2019 sarà possibile registrarsi sulla piattaforma del Miur per poi dal 7 al 31 gennaio 2020, indicare la scuola presso la quale ci si vuole iscrivere: 10 passaggi da seguire per evitare di compiere errori.

È prossimo il momento d i pensare all’iscrizione alle prime classi di quello che sarà il prossimo anno scolastico. Dal 27 dicembre 2019 potrà essere effettuata l’iscrizione sul portale del Miur www.iscrizioni.istruzione.it e poi, dal 7 al 31 gennaio 2020, si potrà indicare la scuola che si vuole scegliere. Di seguito riportiamo la lista dei 10 passaggi utili all’iscrizione, fornita da Il Sole 24 Ore, per non compiere errori durante la predisposizione della domanda.

Iscrizione scolastica: i consigli utili de Il Sole 24 Ore per non sbagliare

Nell’era del digitale non poteva che divenire online anche la procedura d’iscrizione a scuola. Dal 27 dicembre 2019 potrà essere effettuata l’iscrizione sul portale del Miur www.iscrizioni.istruzione.it e successivamente, dal 7 al 31 gennaio 2020, si potrà indicare l’istituto che si intende scegliere. Il Sole 24 Ore ha pubblicato una lista di 10 passaggi da seguire al momento dell’iscrizione.

1) Dalle 9 del 27 dicembre 2019, i genitori potranno procedere alla registrazione sul portale www.iscrizioni.istruzione.it del Miur;

2)  Per iscriversi tramite il portale on-line, di cui al punto 1, al nuovo anno scolastico bisognerà attendere le ore 8 del 7 gennaio 2020, i termini scadranno alle ore 20 del 31 gennaio 2020;

3) Le informazioni riguardanti l’istituto che si intende scegliere saranno disponibili tramite la nuova app di Scuola in Chiaro: a mezzo di QR Code associati ad ogni singolo istituto, il genitore potrà confrontare e varie scuole del territorio e scegliere quella che ritine maggiormente congeniale;

4) I genitori non dovranno dimenticare di inserire i dati anagrafici dell’alunno: codice fiscale, nome e cognome, data di nascita, residenza, indicando anche un indirizzo e-mail dove ricevere le comunicazioni;

5) Oltre alla scuola scelta come prima vi è la possibilità di indicare altri due istituti di “riserva”;

6) Sarà possibile effettuare una scelta sugli orari di scuola: per la scuola primaria si potrà scegliere tra 24, 27, 30 e 40 ore settimanali, per le medie tra tempo ordinario di 30 ore o prolungato (da 36 fino a 40 ore). Per le superiori invece si potrà scegliere l’indirizzo.

7) L’accoglimento della domanda presentata sarà comunicato sempre online. Qualora nell’istituto indicato come prima scelta non vi fosse disponibilità di posti le domande verranno smistate alla seconda o terza scuola.

8) Non preoccuparsi per gli errori: è possibile ad iscrizioni aperte, infatti, contattare la scuola alla quale è stata inoltrata la domanda e chiederne modifica. Se invece le iscrizioni sono chiuse si deve chiedere il nulla osta.

9) Per gli studenti con cittadinanza non italiana non sussiste alcun problema: possono presentare domanda anche senza codice fiscale. Il sistema prevede la creazione di un codice cosiddetto provvisorio che l’istituto scolastico provvederà a rendere poi definitivo.

10) La domanda di iscrizione non è online e rimarrà cartacea per le scuole dell’infanzia, le scuole di Valle d’Aosta e Trentino-Alto Adige, classi terze di licei artistici e istituti tecnici, percorsi di istruzione per gli adulti e alunni in fase di preadozione.

Scuola
(foto dal web)

Leggi anche —> Il miglior spot contro il fumo di sempre: il video diventa virale