Agenzia delle Entrate | inviate 55mila lettere | solleciti di pagamento

Agenzia delle Entrate
Agenzia delle Entrate FOTO screenshot

L’Agenzia delle Entrate intende riscuotete quanto dovuto ed in questo senso sta contattando migliaia e migliaia di contribuenti in tutta Italia con dei solleciti a casa.

Iniziativa dell’Agenzia delle Entrate-Riscossione, che ha spedito 55mila lettere rivolte ai contribuenti con ancora delle pendenze in corso per quanto riguarda l’Iva. Bisogna stabilire  le pendenze da adempiere in matera entr il prossimo 30 aprile, che rappresenta il termine ultimo per la dichiarazione Iva annuale. Ci sono anche delle sanzioni per omesso invio oltre al pagamento dell’Iva dovuta, con anche interessi previsti. Per coloro che si regolarizzano in tempo ci sono comunque degli ‘sconti’. Lo Stato conta di incassare circa un miliardo e mezzo di euro. Destinatari di questi solleciti dell’Agenzia delle Entrate sono singoli professionisti e lavoratori autonomi, ma anche imprese. Tutti i soggetti comunque che hanno emesso fatture in formato digitale xml omettendo poi di inoltrare la dovuta comunicazione della liquidazione periodica Iva. Ovvero senza pagare l’imposta.

Agenzia delle Entrate, previsto il sistema di ravvedimento operoso per chi aderisce volontariamente

Aderire spontaneamente porta però uno sconto sulla multa prevista. Multa che risulterà direttamente proporzionale al tempo impiegato per risolvere le pendenze, come previsto dal cosiddetto ravvedimento operoso. circa il 98% dei destinatari di queste lettere dell’Ente hanno comunicato la liquidazione, come riferisce ‘Il Sole 24 Ore’. Occhi puntati sui documenti trasmessi al Sistema di interscambio fino al 30 giugno di quest’anno ed anche per quelli relarivi ad operazione con dei soggetti esteri. In quest’ultimo caso è ancora ammessa la fattura su supporto cartaceo. Ci sarà una ulteriore verifica da parte del Fisco per capire non solo se la dovuta liquidazione è stata trasmessa o meno. Poi in un secondo momento sarà sottoposta a vaglio dettagliato anche la posizione di chi l’ha trasmessa, per cercare eventuali incongruenze.

Agenzia delle Entrate
Agenzia delle Entrate FOTO screenshot