Monete rare, in alcuni casi valgono anche migliaia di euro

Monete euro
(foto dal web)

Molte monete divenute rare, considerata la loro irreperibilità, hanno aumentato esponenzialmente il valore: i collezionisti, in alcuni casi, sarebbero disposti a pagarle migliaia di euro.

Le abbiamo viste tutti le monete da 50 centesimi di euro, quelle con sopra impressa la statua equestre di Marco Aurelio di Piazza del Campidoglio a Roma. Eppure in pochi si saranno soffermati a guardare l’anno in cui la singola moneta che hanno tra la mani è stata coniata. Cosa questa che non è sfuggita all’occhio degli appassionati di numismatica i quali hanno notato che quelle del 2007 sarebbero completamente scomparse dalla circolazione. Una circostanza, questa, che avrebbe fatto aumentare esponenzialmente il valore, come accaduto anche per altri tipi di monete coniate in diversi paese d’Europa.

Monete rare: il loro valore aumenta esponenzialmente, alcune valgono migliaia di euro

Nel 2007, riporta Il Corriere della Sera, la Zecca di Stato avrebbe messo in circolazione ben 4.994.490 copie dei 50 centesimi, eppure ad oggi pare che siano tutte letteralmente scomparse. La moneta è in oro nordico, una lega composta da rame, zinco, alluminio e stagno. Le teorie sul perché di tanta rarità sono molteplici spiega Il Corriere:

  • Distribuzione non uniforme su tutto il territorio;
  • Non sono mai state distribuite e ancora devono        essere messe in circolazione;
  • Ci siano meno monete di quelle dichiarate dalla zecca.

Una cosa però va detta, il valore di mercato di questa moneta in Italia è pari a quattro volte quello nominale, ciò significa che chi la possiede può ricavarci circa una decina di euro. Diverso è il caso dei 50 centesimi di euro spagnoli dedicati nel 2000 a Cervantes che nel caso di stampa canonica valgono 2 euro, mentre se si riesce a rinvenire l’esemplare con le facce “fuori centro” il valore può superare i 200 euro. A questi si aggiungono i 50 centesimi di euro con la scritta “SEDE VACANTE MMV” coniata da Città del Vaticano nel periodo intercorso fra la morte di Giovanni Paolo II e l’elezione al soglio pontificio di Benedetto XVI. Alcuni collezionisti sono disposti a pagare anche 40 euro una di queste. Ed ancora, come non menzionare i famosi due euro con il volto di Grace Kelly coniati dal Principato di Monaco nel 2002. Considerata la loro rarità, un collezionista sarebbe disposto a corrispondere dai 2.000 ai 2.500 euro.

Due euro Grace Kelly
Due euro con il volto di Grace Kelly (foto dal web)

Leggi anche —> WhatsApp: non scaricate file Mp4, potrebbero contenere un potente virus