Passante rinviene contenitore in un’aiuola: all’interno un feto

0
118
Piazza Benefica Torino
Piazza Benefica Torino (foto dal web)

Un feto all’interno di un contenitore trasparente è stato rinvenuto in aiuola del centro di Torino da un uomo che stava portando a spasso il proprio cane.

Un contenitore trasparente contenente un feto di circa 10-15 settimane, questo il macabro ritrovamento effettuato da un uomo che nel pomeriggio di ieri, domenica 17 novembre, stava portando a spasso il proprio cane nel centro di Torino. Scorto il misterioso oggetto in un’aiuola ha immediatamente capito di cosa si trattava ed ha chiamato i Carabinieri.

Leggi anche —> Paura in autostrada: autobus pieno di pellegrini prende fuoco

Torino, rinvenuto strano contenitore: all’interno un feto di 10/15 settimane

Un feto rinchiuso in un contenitore trasparente di circa 7 centimetri di altezza e 3 di diametro, questo il ritrovamento effettuato da un uomo, riporta la redazione di Leggo, nel pomeriggio di ieri, domenica 17 novembre. Stava portando a spasso il cane quando in un’aiuola di piazza Benefica, cuore dello storico quartiere Cit Turin, a pochi passi dal Tribunale del capoluogo piemontese, ha scorto il misterioso oggetto. Un barattolo di piccole dimensioni contenente del liquido ed un qualcosa che a primo impatto l’uomo ha capito essere un embrione tanto da condurlo a contattare immediatamente i carabinieri. Stando a quanto riporta la redazione di Leggo, avrebbe dichiarato che la provetta: “Era tra gli arbusti, tutta sporca, ma era evidente che si trattava di un feto. Mi sono preoccupato e ho chiamato il 112“. Il feto è stato analizzato dai medici dell’ospedale Sant’Anna i quali avrebbero constatato che potrebbe avere tra le 10 e le 15 settimane. Su quanto accaduto stanno indagando i carabinieri della compagnia Monviso i quali, tramite l’acquisizione dei filmati delle telecamere di sorveglianza, vorrebbero risalire a chi ha abbandonato il contenitore.

Stando a quanto riporta la redazione di Leggo, per gli inquirenti un’ipotesi plausibile è quella che la provetta con il feto sia stata trafugata da qualche laboratorio e poi occultata nell’aiuola. Proseguono inoltre le indagini da parte dei sanitari per scoprire di che origine sia il liquido in cui era conservato il feto: potrebbe trattarsi di formaldeide. Non è esclusa alcuna pista dagli inquirenti i quali stanno cercando di scoprire chi sia l’autore del gesto e perché lo abbia fatto. Investiti anche i Ris che tramite il rilevamento di impronte digitali ed esame del Dna stanno provando a raccogliere il maggior numero di informazioni possibili.

Feto
Feto (foto dal web)

Leggi anche — > Terrore in mattinata, sterminata famiglia in una sparatoria