(Image by Motor1)

La prima generazione di Nissan Leaf è stata sostituita nel 2017 da un modello revisionato che ha apportato miglioramenti su tutti i fronti, ma DEKRA ha voluto scoprire come sarebbe andato l’originale in un crash test.

L’Associazione tedesca per l’ispezione dei veicoli a motore non si è limitata a replicare i crash test impostati da Euro NCAP anni fa ed infatti hanno aumentato di molto la velocità degli impatti, da qui il brutale filmato dell’impatto e le conseguenze piuttosto spaventose che ne sono derivate.

L’idea principale alla base del crash test è stata quella di simulare l’impatto con un albero a velocità superiori a quelle utilizzate nei normali crash test e vedere come migliorare i metodi di salvataggio d’emergenza per salvare le persone intrappolate all’interno delle auto. DEKRA ha collaborato con i ricercatori dell’University Medical Center Göttingen nel tentativo di determinare se i veicoli elettrici sono sicuri quanto le auto tradizionali alimentate da motori a combustione.

Mentre nel 2012 Euro NCAP il crash test prevedeva un impatto a 50 km/h sulla parte laterale dell’auto, DEKRA ha deciso di stavolta di far schiantare quest’ultima contro un palo ad una velocità di 75 km/h. E’ importante sottolineare che il test organizzato dall’European New Car Assessment Programme prevedeva l’utilizzo di una barriera deformabile e mobile che penetrava in un’auto ferma, mentre in questo nuovo test è proprio la Leaf a schiantarsi contro il palo.

Il risultato è molto più spaventoso nel test di DEKRA in quanto la vettura senza ruote si piega quasi completamente e possiamo vedere uno dei fari che vola via. Mentre il filmato è senza dubbio brutale, gli esperti dicono che la Leaf è sicura come un’auto con motore a scoppio, ma le possibilità di sopravvivere in quelle condizioni sarebbero minime. Teniamo presente che l’originale Leaf ha ottenuto una valutazione a cinque stelle quando è stato testata sette anni fa, guadagnando un punteggio dell’89% per la protezione degli occupanti adulti e dell’83% per gli occupanti dei bambini.

Ciò significa che, per quanto il filmato possa essere scioccante, un’altra auto alimentata da un motore convenzionale avrebbe fatto la stessa fine. Ecco cosa avevano da dire gli esperti: “I grandi produttori di veicoli elettrici di serie sono riusciti a raggiungere almeno lo stesso livello di sicurezza conosciuto dai veicoli a combustione”.

DEKRA ha fatto schiantare un’altra Nissan Leaf originale, questa volta una collisione frontale a 84 km/h rispetto all’impatto frontale del test Euro NCAP che ha avuto luogo a 64 km/h. Una terza Leaf è stata testata presso il Crash Test Center DEKRA di Neumünster, dove è stata valutata anche una Renault Zoe. Fortunatamente, non è stata segnalata un’esplosione dal pacco batteria.