Mangiare cedro crudo: ecco perchè fa bene all’organismo

0
308
cedro
Fonte Wikipedia

Mangiare cedro crudi fa bene? Ecco tutte le proprietà di questo frutto che fa davvero bene all’organismo anche mangiato non cotto.

Il cedro è un agrume utilizzato in cucina per diverse ricette, ma che contrariamente ad arance e mandarini, non viene utilizzato molto crudo a causa del suo gusto aicidulo. Tuttavia, il cedro che viene comunemente consumato cotto, presenta delle proprietà nutritive che fanno benissimo all’organismo. Andiamo a scoprire quali sono.

Leggi anche—>La dieta per prevenire il diabete è mediterranea

Ecco perchè dovresti mangiare il cedro crudo

Perchè mangiare il cedro crudo? Prima di tutto perchè è un ottimo alleato per chi segue un regime alimentare dietetico. A differenza del cedro sotto forma di candito che contiene 192 calorie per 100 grammi, 100 grammi di cedro crudo contengono solo 32 calorie. Inoltre ostacola la formazione di gas addominale e previene il gonfiore di stomaco ed è ricco di vitamina C aiutando anche a prevenire problemi di colite.

Leggi anche—>Dimagrire con il finocchio, la dieta fai da te che funziona

Inoltre, aiuta a combattere gli inestitismi della la cellulite, i disturbi dei reni e la cistite cronica e, recenti studi, hanno dimostrato che favorisce anche la crescita dei capelli. Inoltre possiede anche importanti proprietà antiossidanti. Tale frutto, dunque, nonostante il suo gusto non piaccia a tutti, dovrebbe essere consumato con regolarità per avere dei benefici sul proprio organismo.

Leggi anche—>Attacchi di fame | cosa mangiare per preservare dieta e salute

Il succo di tale agrume può essere bevuto anche per pulire la gola mentre se bevuto al mattimo ha proprietà lassative. Tuttavia, come tutti gli alimenti, se consumato in quantità esagerate, può avere effetti negativi sull’organismo umano. Se, infatti, si esagera nel consumo del cedro crudo si potrebbe andare incontro a problemi di nausea e di diarrea. Inoltre, è sconsigliato consumare cedro a chi soffre di gastrite ed ulcere.