Elisa Pomarelli omicidio
Elisa Pomarelli, la ragazza assassinata (foto dal web)

Massimo Sebastiani ha confessato qual è il reale motivo scatenante dell’omicidio della sua amica, la giovane Elisa Pomarelli.

Massimo Sebastiani, l’assassino di Elisa Pomarelli, ha raccontato dei dettagli inquietanti sull’omicidio. I due erano amici da tempo ed inizialmente la ragazza aveva provato a farsi piacere l’uomo perché era in una fase della sua vita in cui non riusciva del tutto ad accettare di essere lesbica.

Tra i due c’è stato solo un bacio e dopo il rapporto è continuato come un’amicizia da parte di Elisa ma per Massimo non era lo stesso. Infatti l’uomo era innamorato di lei e la descriveva come la sua fidanzata.

LEGGI ANCHE >>> Omicidio Elisa Pomarelli, parla la migliore amica Dayana: le rivelazioni sulla famosa busta

Omicidio Elisa Pomarelli: lettera di Sebastiani parla di una busta misteriosa consegnatagli dalla 28enne

Elisa Pomarelli omicidio: l’assassino rivela il vero motivo

Massimo Sebastiani ha confessato che il motivo scatenante per il quale ha ucciso Elisa è stato che la ragazza gli aveva suggerito di non vedersi spesso come facevano. La Pomarelli aveva stava frequentando da poco un’altra donna, Silvia, e aveva voluto cogliere l’occasione per parlarne con Massimo.

Lui ha raccontato di avere stretto le mani intorno al collo di Elisa e poi di averla vista cadere per terra, probabilmente dopo aver sbattuto la testa su un asse. Sebastiani ha poi aggiunto di aver vegliato sul suo corpo per due giorni e di aver dormito vicino a lei la sera prima di essere scoperto. L’uomo ha dichiarato che più volte avrebbe pensato di suicidarsi.

Coppia scomparsa elisa pomarelli omicidio
Elisa Pomarelli e Massimo Sebastiani (foto dal web)

LEGGI ANCHE 

Teresa Franco