Kimi Raikkonen (©Getty Images)

F1 | Ad Interlagos rinasce l’Alfa Romeo e Raikkonen sfiora il podio

Tra coloro che hanno potuto ballare la samba nella domenica di San Paolo figura senz’altro l’Alfa Romeo. Data per dispera e persa nelle ultime posizioni a far compagnia alla Williams, in Brasile, la scuderia di Hinwil ha dato una magistrale prova d’orgoglio ribaltando quanto di deludente aveva mostrato nelle ultime gare.

Quarta con Kimi Raikkonen e quinta con Antonio Giovinazzi, l’equipe elvetica è potuta tornare a casa con un bottino confortante che le ha permesso di avvicinarsi alla Racing Point, attualmente settima tra i costrutti con 67 punti contro i suoi 57.

Finalmente siamo riusciti a portare a casa il risultato per cui abbiamo tanto lavorato“, ha detto Iceman. “La mia è stata una corsa solitaria, finché nel finale non mi trovato nel mezzo dell’azione. Peccato non essere riuscito a prendere Sainz per salire sul podio. Mi sono avvicinato un paio di volte, ma non mi  stato possibile superarlo“.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Non poteva esserci modo migliore per festeggiare il rinnovo“, ha affermato invece Bon Giovi che, come noto, rimarrà nel team anche nel 2020. “La gara è stata durissima, ma sono riuscito a fare una partenza molto bella. Devo ringraziare l’equipe per la strategia che adottata, Mettere le Soft per la ripartenza dalle due due Safety Car si è rivelata la mossa giusta. Il GP in sé è stato un po’ pazzo, ma fortunatamente siamo riusciti a entrare in top 10. Sono contentissimo“.

Possiamo ritenerci soddisfatti“, il feedback del boss Frederic Vasseur. “Avere entrambe le auto appena al di sotto della top 3 è una ricompensa all’impegno di tutti i ragazzi. Nei momenti in cui la sfortuna ci ha colpito non ci siamo lasciati abbattere e ora possiamo celebrare il miglior piazzamento della stagione“.

 

Antonio Giovinazzi (©Getty Images)

Chiara Rainis