In arrivo più di 2.000 assunzioni

Concorsi nuove assunzioni
Agenzia delle entrate (foto Ansa)

Dal 2020 ci saranno più di 2.000 nuove assunzioni. Infatti, a partire dai primi mesi del prossimo anno dovranno essere banditi vari concorsi da parte dell’Agenzia delle Entrate che porteranno più di 2.000 assunzioni.

Dal 2020 si attendono ben 5 concorsi pubblici, in particolare, dell’Agenzia delle Entrate.

Il totale dei posti messi a disposizione potrebbe aggirarsi sui 2.600 dipendenti tra dirigenti e non. I numeri si riferiscono al prossimo triennio e sono dovuti al fatto che l’Agenzia delle Entrate necessita di vari tipi di figure professionali.

I titoli che potranno essere richiesti spaziano dal diploma di geometra alle lauree in architettura, ingegneria, economia, statistica e giurisprudenza. Invece le prove saranno come d’abitudine sia attitudinale, finalizzata a valutare le capacità logico-deduttive, sia tecnico-professionale. A quest’ultima potranno accedere solo coloro che avranno superato brillantemente la prima prova pre-selettiva. Ovviamente soltanto leggendo i bandi di imminente uscita sarà possibile conoscere i dettagli.
Leggi anche ——–>Concorsi pubblici, 450mila nuovi posti di lavoro in arrivo

Il nuovo piano di assuznioni triennale prevede oltre 2.000 assunzioni

Con il nuovo piano triennale di assunzioni sono in arrivo oltre 2.000 assunzioni che avverranno attraverso cinque selezioni pubbliche che verranno bandite tra il 2020 e il 2022. L’informazione deriva direttamente dal capitolato tecnico, pubblicato nella sezione Bandi del sito web dell’Agenzia delle Entrate, relativo alla “Procedura aperta per l’affidamento di alcuni servizi per l’espletamento delle procedure selettive per l’assunzione a tempo indeterminato di personale per le esigenze degli uffici”.
Sebbene i bandi ufficiali non siano ancora stati pubblicati, parrebbe che su 2600 possibili posti solo 300 siano dedicati a posizioni dirigenziali mentre i restanti 2.000 saranno ricoperti da impiegati non dirigenti.

concorsi pubblici
Scrittura (foto Pixabay)