Influenza 2019-2020: in Italia già colpite oltre 340mila persone

0
193
Influenza ottobre
(foto dal web)

Secondo il primo rapporto sulla stagione Influenzale 2019-2020 di Influnet, il virus dell’influenza in meno di un mese di sorveglianza ha colpito 341mila soggetti in Italia.

Sono 341mila i soggetti colpiti dall’influenza in Italia in meno di un mese di sorveglianza. A riportare il dato è l’ultimo bollettino di Influnet, il sistema nazionale di sorveglianza epidemiologica e virologica dell’influenza coordinata dall’Istituto superiore di sanità (Iss). Secondo le statistiche riportate nel rapporto, non si può ancora parlare di epidemia influenzale poiché l’incidenza è ancora sotto la soglia in quasi tutte le Regioni italiane.

Influenza, colpiti oltre 340mila italiani: i consigli per la prevenzione dell’Aifa

Influnet, il sistema nazionale di sorveglianza epidemiologica e virologica dell’influenza coordinata dall’Istituto superiore di sanità (Iss) con il sostegno del Ministero della Salute, ha diffuso il primo rapporto con i primi dati sulla stagione Influenzale 2019-2020. Secondo Influnet, in meno di un mese di sorveglianza, i casi di influenza in Italia sarebbero circa 341mila, dei quali solo 119mila nella scorsa settimana. Ad essere stati colpiti maggiormente dal virus influenzale sarebbero stati i bambini. Nel dettaglio, secondo il rapporto, durante la quarantacinquesima settimana del 2019 (28 ottobre – 3 novembre 2019) l’incidenza totale è pari a 1,97 casi per mille assistiti, ma nella fascia di età 0-4 anni si arriva a 3,91 casi per mille assistiti. Secondo il rapporto, nonostante il numero di casi, il valore di incidenza in quasi tutte le Regioni italiane è sotto la soglia basale. In merito, sulla propria pagina Facebook, l’Aifa (Agenzia italiana del Farmaco) ha pubblicato un post contenente alcuni consigli per prevenire il virus dell’influenza spiegando: “È in corso, come ogni anno, la campagna informativa antinfluenzale. Le principali raccomandazioni per proteggere se stessi e gli altri dall’influenza e dalle sue conseguenze sono, oltre a vaccinarsi, lavare di frequente e accuratamente le mani, utilizzare un fazzoletto quando si starnutisce o tossisce per limitare la diffusione del virus, arieggiare spesso gli ambienti chiusi. Inoltre, non ricorrere agli antibiotici in caso di influenza. La vaccinazione -prosegue il post- è raccomandata e gratuita per le fasce della popolazione più a rischio, ma tutti i cittadini possono decidere di farla acquistando il vaccino antinfluenzale in farmacia“. Infine l’Aifa ha consigliato di stare lontani dalle fake news che circolano soprattutto sui social: “Attenzione alle fake news. Soprattutto sui social trovano spazio notizie false o parziali che mettono a repentaglio la salute dei cittadini. Nel caso di dubbi rivolgiti senza esitare al tuo medico e alle Istituzioni che tutelano la salute pubblica: Ministero della Salute, AIFA e Istituto Superiore di Sanità“.

Leggi anche —> Nuova stagione influenzale: “Virus più insidiosi, colpirà circa 6 milioni di persone”

Influenza
(foto dal web)