Max Verstappen (©Red Bull Twitter)

F1 | Brasile, Gara: tempi e classifica finale

Con il sole e una temperatura di 21 °C è partito il GP di Interlagos.

Semafori spenti! Max Verstappen mantiene la pole, mentre Lewis Hamilton infila Sebastian Vettel ed è secondo. Charles Leclerc è 11°. Il monegasco partiva 14° per la penalità di 10 posizioni seguita al cambio motore.

Al giro 4 bel sorpasso di Raikkonen su Grosjean. Il finnico dell’Alfa è 7°- Cattivo anche quello della McLaren di Sainz sulla Racing Point di Perez per la piazza 15.

Al giro 5 il Principino, su gomme medie, è già 8°. Due tornate dopo è davanti anche a Kimi.
al giro 9 contatto tra Magnussen e Ricciardo. Il danese finisce nella via di fuga, l’australiano della Renault è invece costretto a rientrare al box per sostituire l’ala anteriore.

Penalità di 5″ per Ricciardo per aver provocato la collisione con Magnussen.

Al giro 21 ancora gomme rosse per Ham che tenta l’undercut su Verstappen.
Una tornata dopo è l’olandese che si ferma per rimettere le soft. In uscita brivido per un rischio contatto con Kubica. Nonostante una sosta di appena 1″9 l’undercut Mercedes ha funzionato.

Poco dopo grazie al DRS Mad Max si riprende la posizione. Ham intanto si lamenta per presunte noie al motore.

Al giro 25 medie per Vettel.
Al giro 27 mescola dura per Bottas.
Al giro 30 hard per Leclerc.
5″ di penalità di Kubica per unsafe release.

Al giro 32 Verstappen comanda su Hamilton, Vettel, Bottas, Albon, Leclerc, Gasly, Raikkonen, Giovinazzi e Perez.

Bottas si riferma a sorpresa al giro 42 per passare dalle dure alle medie. Il finnico è 6°.
De tornate dopo pure Ham monta le medium.
1’10″698 per Bottas.
Sosta per Verstappen che ovviamente passa alle gialle. Vettel è in testa.

Bella bagarre tra Bottas e Leclerc per la quinta piazza.

Al giro 50 soft per Vettel. Il tedesco è quarto alle spalle di Albon.
Compound soffice pure per l’anglo-tailandese della Red Bull.

Al giro 53 dalla W10 di Bottas esce fumo. Il finnico è obbligato a parcheggiare a bordo pista per un calo di potenza.

Incomprensibile Safety Car.
Subito ai box Verstappen che mette rosse nuove.
Morbide per Leclerc.

Hamilton, Verstappen, Vettel, la top 3 sotto SC.
Al giro 59 si riparte con Ham che quasi ferma il gruppo per poi accelerare all’improvviso. Verstappen torna in testa, mentre Albon beffa Vettel.

Al giro 64 Vettel tenta una manovra su Albon.
Disastro Ferrari al giro 67 con Leclerc che supera Vettel e nel tentativo del tedesco di risuperare il compagno arrivano alla collisione.

Safety Car.

Si riparte al giro 70. Verstappen in testa davanti ad Albon ed Hamilton.
Collisione tra Ham e Albon. Il pilota Red Bull si gira, la Mercedes si danneggia.

Bandiera a scacchi! Max Verstappen vince davanti alla Toro Rosso di Pierre Gasly e alla Mercedes di Lewis Hamilton che però è sotto investigazione.

(©F1 Twitter)