Marc Marquez in pista sulla Honda nelle qualifiche del Gran Premio di Valencia 2019 di MotoGP (Foto MotoGP)
Marc Marquez in pista sulla Honda nelle qualifiche del Gran Premio di Valencia 2019 di MotoGP (Foto MotoGP)

MotoGP | La Honda ha deciso il nuovo compagno di Marquez (ma non lo annuncia)

La decisione, stando almeno alle voci che circolano nel paddock della MotoGP a Valencia, sembra ormai presa: il nuovo compagno di squadra di Marc Marquez alla Honda nel 2020 sarà il fratello Alex Marquez, fresco campione del mondo della Moto2. Una scelta operata in modo tutt’altro che libero, da parte della Casa alata, visto a metterci lo zampino decisivo è stato proprio il Cabroncito.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Quando infatti Jorge Lorenzo ha annunciato il suo ritiro dal Motomondiale, liberando così il suo sellino per la prossima stagione, il favorito a prendere il suo posto sembrava Johann Zarco. Il francese ha la giusta esperienza per il ruolo, sta andando forte sulla RC213V satellite del team Lcr, e per giunta godeva della spinta nientemeno che dell’amministratore delegato di Dorna Carmelo Ezpeleta e dell’organizzatore del Gran Premio di Francia Claude Michy, che in questi giorni gli stava dando una mano nelle trattative.

Marc Marquez impone il fratello Alex

Ma poi sulla questione è entrato a gamba tesa Marc Marquez. A microfoni accesi lo spagnolo ostentava distacco: “È chiaro che mi piacerebbe vedere Alex in MotoGP, ora o nel 2021, è mio fratello, ma non mi sto occupando della cosa”, aveva dichiarato. Ma la realtà, dietro le quinte, era un’altra: il neo campione del mondo ha fatto pressione sulla Honda affinché scegliesse il suo fratellino, addirittura inserendo questa clausola come determinante per il suo rinnovo del contratto che scade a fine 2020.

A quel punto a Tokyo, temendo di perdere il loro pilota di punta, non hanno potuto far altro che adeguarsi, magari senza troppa convinzione. Il comunicato stampa ufficiale di annuncio, però, è stato rinviato: ufficialmente per rispetto nei confronti di Lorenzo, ufficiosamente per avere il tempo di comporre il difficile puzzle del mercato piloti che si è creato a questo punto.

Zarco ripiega sulla Moto2

Già, perché la promozione di Alex Marquez in MotoGP lascia nuovamente Johann Zarco senza sellino per il prossimo anno. A lanciargli un salvagente ci ha provato la Avintia, team satellite Ducati, offrendogli una Desmosedici in versione 2019, che però non sembra incontrare i favori del transalpino: “Voglio una moto e un team di alto livello”, ha chiarito lui. L’altra alternativa, più complicata da realizzare, è quella che lo piazzerebbe nel team Pramac, complice la promozione di Jack Miller sulla Ducati ufficiale (e a quel punto, nel metaforico gioco delle sedie musicali, a ritrovarsi in piedi sarebbe il nostro Danilo Petrucci). Ma questo è quasi fantamercato, ormai.

“Piuttosto torno in Moto2”, ha concluso Zarco, e proprio questa potrebbe rivelarsi per lui l’opzione più semplice. Il due volte campione del mondo della classe di mezzo potrebbe infatti sostituire proprio Alex Marquez nel team Marc Vds, con il quale il fratello d’arte aveva appena rinnovato. Anche se per questo posto si è fatto avanti anche un altro candidato italiano: Mattia Pasini. Come andrà a finire?

Marc Marquez con il fratello Alex sulla griglia di partenza del Gran Premio di Valencia 2019 di MotoGP (Foto Jose Jordan/Str/Afp/Getty Images)
Marc Marquez con il fratello Alex sulla griglia di partenza del Gran Premio di Valencia 2019 di MotoGP (Foto Jose Jordan/Str/Afp/Getty Images)