Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo alla conferenza stampa di Valencia in cui ha annunciato il suo ritiro dalla MotoGP (Getty Images)

Nel 2020 sarà strano vedere la griglia MotoGP senza Jorge Lorenzo, un cinque volte campione del mondo che è stato tra i maggiori protagonisti di quest’era del Motomondiale. Ma ha fatto una scelta da rispettare e per certi versi comprensibile.

Quando non hai più le motivazioni per andare avanti e vedi che non riesci a raggiungere i risultati che desideri, servono onestà e coraggio per fare un passo indietro. Lui ha deciso di farlo e di dire addio alle corse. Rimane un briciolo di speranza di poterlo magari rivedere nel 2021 se avrà un ripensamento, però intanto la sua decisione è chiara e netta.

MotoGP, Lorenzo indica in Quartararo il proprio erede

Lorenzo ha rilasciato un’intervista a Marca e gli è stato domandato chi potesse essere il suo erede in MotoGP. Non è mai facile indicare un nome, visto che piloti uguali è difficile trovarli, ma il maiorchino ne indica uno: «Penso che Quartararo abbia molto talento, ha solo 22 anni, si è molto adattato alla moto ed è in lotta per le gare con Marc. Ha uno stile molto simile al mio, molto fine, molto preciso. E se dovessi sceglierne uno sceglierei Fabio».

Jorge designa Fabio Quartararo come suo possibile erede, considerando il grande talento del giovane francese e anche lo stile di guida simile al suo. Il rookie del team Petronas Yamaha è stato autore di una stagione completamente inattesa. Nessuno si aspettava un rendimento del genere da parte sua. Ha sorpreso e la speranza è che possa confermarsi ad alti livelli anche in futuro.

Fabio Quartararo
Fabio Quartararo indicato da Jorge Lorenzo come suo erede in MotoGP (Getty Images)