Altro che illegale: il motore Ferrari torna a volare al GP del Brasile

0
4803
Sebastian Vettel al volante della Ferrari nelle prove libere del Gran Premio del Brasile 2019 di F1 a Interlagos (Foto Ferrari)
Sebastian Vettel al volante della Ferrari nelle prove libere del Gran Premio del Brasile 2019 di F1 a Interlagos (Foto Ferrari)

F1 | Altro che illegale: il motore Ferrari torna a volare al GP del Brasile

La Ferrari torna a fare l’andatura nella prima giornata di prove libere del Gran Premio del Brasile. Nonostante le ormai famigerate direttive tecniche diramate dalla Federazione internazionale dell’automobile: la prima sui flussi di carburante, che risale a due settimane fa ad Austin, e la seconda sul divieto di combustione dei liquidi infiammabili.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Come a dire che i presunti trucchetti illegali non c’entravano proprio niente: i passi falsi commessi nell’ultima tappa in Texas sono stati rapidamente archiviati e la SF90 è potuta tornare a scatenare la sua consueta superpotenza. Secondo l’analisi compiuta ieri dalla rivista specializzata tedesca Auto Motor und Sport, soltanto nei rettilinei del circuito di San Paolo, la Red Bull avrebbe perso ben sette decimi dalla Rossa, e il ritardo della Mercedes sarebbe ancora superiore.

“Ovviamente la Ferrari è tornata veloce questo weekend, specialmente in rettilineo”, ha ammesso Lewis Hamilton ad un’altra testata teutonica, Auto Bild. E chi aveva troppo frettolosamente accusato il Cavallino rampante di “barare”, ovvero Max Verstappen, si è dovuto ricredere. Anche se, in questa occasione, il giovane olandese si dimostra molto più cauto di due settimane fa: “Non lo so”, ha svicolato la domanda di Sky Sport. “Vedremo cosa accadrà sabato: non si può fare troppo affidamento sui tempi del venerdì”.

Dominio Ferrari nelle prove libere

Tempi che, comunque, almeno al momento sembrano piuttosto inequivocabili: nonostante il traffico, Sebastian Vettel ha chiuso il venerdì in testa, con 21 millesimi di vantaggio sul compagno di squadra Charles Leclerc, quasi un decimo e mezzo su Max Verstappen e tre su Lewis Hamilton. Sul passo gara, per ora, il più costante e rapido è comunque il neo campione del mondo, con entrambe le mescole di gomme, eppure nemmeno questo dato riesce a togliere ottimismo alla Scuderia.

“La macchina oggi era decente, ma possiamo ancora migliorare”, ha promesso il quattro volte iridato. “Ci sono tanti piccoli dettagli che dobbiamo assicurarci di azzeccare. In gara sarà difficile perché gli altri sono un po’ più veloci di noi, ma questo è più o meno in linea con il quadro che abbiamo visto nell’ultimo paio di gare, quindi non sono sorpreso. Credo che possiamo lavorare su di noi e presentarci domani in miglior forma”.

Uno schiaffo alle polemiche

Un sassolino dalla scarpa, però, Vettel se lo toglie già quando fa riferimento proprio alla valanga di accuse piovute sulla scuderia di Maranello: “È un po’ triste che oggi, in genere, le opinioni cambino così rapidamente”, sottolinea Seb. “Basta una gara negativa e le persone ribaltano completamente il loro giudizio. Ma così stanno le cose: il modo migliore di reagire è ignorare e fare il tuo lavoro”.

Il suo lavoro, la Ferrari lo sta indubbiamente facendo, e sembra anche funzionare bene, sul tracciato brasiliano. Ma se pensate che le risposte della pista possano mettere fine alle controversie tecniche, non cantate vittoria troppo presto: sono in arrivo altri chiarimenti, da parte della Fia, sulla regolarità dei motori. “Alcuni aspetti sono stati chiariti ad Austin, e qui abbiamo ricevuto altre informazioni. Forse ne arriveranno altre anche durante il weekend”, rivela il team principal della Red Bull, Christian Horner. Il fine settimana di gara è appena cominciato, e già la sfida si prospetta duplice: una sull’asfalto, l’altra fuori.

Le Ferrari di Sebastian Vettel e Charles Leclerc in pista nelle prove libere del Gran Premio del Brasile 2019 di F1 a San Paolo (Foto Ferrari)
Le Ferrari di Sebastian Vettel e Charles Leclerc in pista nelle prove libere del Gran Premio del Brasile 2019 di F1 a San Paolo (Foto Ferrari)