Salvini Bologna 14 novembre
Proteste Salvini Bologna FOTO Twitter

Salvini Bologna 14 novembre, protesta imponente contro il leader della Lega inscenata con un flash mob e con cartelli raffiguranti sardine.

Nella giornata del 14 novembre Salvini a Bologna è stato fatto oggetto di una imponente protesta di piazza. Il leader della Lega ha ricevuto la contestazione pacifica di circa 6mila persone. Tanti erano i presenti a Piazza Maggiore secondo gli organizzatori dell’evento. Tutto è nato su Facebook in qualità di flash mob di dissenso contro il leader della Lega. A tutti i partecipanti era stato chiesto di radunarsi di fronte alla basilica di San Petronio. Proprio mentre, negli stessi istanti, proprio Salvini si trovava a Bologna per marcare visita al PalaDozza. Nella sua agenda c’era  un appuntamento per sostenere la candidatura di Lucia Bergonzoni.

LEGGI ANCHE –> Salvini interviene ancora su Liliana Segre ma c’è dell’altro

Salvini Bologna 14 novembre, in tantissimi a manifestare contro il leader della Lega

Quest’ultima è la candidata per il centro destra alla poltrona di governatore dell’Emilia-Romagna. Le elezioni regionali si terranno il 26 gennaio 2020. La protesta a Salvini del 14 novembre a Bologna è entrata nei trend di Twitter, rivestendo una posizione importante nelle scorse ore anche sugli altri social network. In particolare c’è l’hashtag #BolognaNonSiLega al quale si può fare riferimento. Tutti i partecipanti a questa protesta hanno accolto l’invito degli organizzatori a non portare nulla con loro. “Nessuna bandiera, nessun vessillo, nessun partito, nessun insulto”. Ammessi soltanto dei cartelli raffiguranti sardine, un simbologia ideale per fare capire come fossero in tanti a stringersi in piazza”. Ancora oggi, all’indomani dell’evento, si parla di quanto avvenuto.

LEGGI ANCHE –> Ilaria Cucchi valuta denuncia contro il leader della Lega Matteo Salvini