Allerta sanitaria: migliaia di persone costrette al vaccino per un’epidemia di epatite A

0
1237
meningite
Ospedale (Getty Images)

Un epidemia di epatite A, il cui focolaio è stato individuato in un ristorante di Cartagena, si è diffusa nella regione della Murcia in Spagna. L’assessorato alla Salute ha stabilito il vaccino per circa 4mila persone.

Allerta sanitaria in Spagna dopo il dilagare di un’epidemia di epatite A. L’assessorato alla Salute della comunità autonoma di Murcia ha stabilito che circa 4mila persone dovranno ricorrere al vaccino, dopo il contagio di 29 soggetti che avrebbero manifestato i sintomi della patologia. I soggetti che dovranno provvedere alla vaccinazione sono i clienti del ristorante El Paso de los Elefantes a Cartagena, dove sarebbe scoppiato il focolaio.

Leggi anche —> Chef muore fulminato mentre guarda una partita sul proprio smartphone

Spagna, allerta sanitaria per un’epidemia di epatite A: 4mila persone dovranno ricorrere al vaccino

Ventinove persone contagiate e 4mila soggetti che dovranno ricorrere al vaccino. Questo è il bilancio di un’epidemia di epatite A scoppiata nella regione della Murcia in Spagna. Il focolaio, come riporta la stampa spagnola e la redazione di Fanpage, sarebbe stato individuato nel ristorante El Paso de los Elefantes a Cartagena. L’assessorato alla Salute della comunità autonoma di Murcia ha, dunque, deciso di emettere il provvedimento per lanciare l’allerta sanitaria. In un primo momento le autorità avevano stabilito la vaccinazione per i clienti che avevano mangiato nel ristorante durante il periodo compreso tra il 24 e il 29 ottobre, poi hanno esteso il provvedimento anche ai soggetti recatisi nel locale dal 30 ottobre al 6 novembre, giorno in cui è stato chiuso il ristorante. L’allerta sanitaria era scattata quando 29 persone, dopo aver mangiato al El Paso de los Elefantes, avevano accusato i sintomi dell’epatite. Di queste, 7 sono ancora ricoverato presso l’ospedale Santa Lucia di Cartagena, ma, come riporta la stampa locale e Fanpage, le loro condizioni sono in via di miglioramento. L’assessorato regionale alla Salute ha spiegato: “Tutte le misure poste in essere finora hanno evitato la diffusione del virus e il vaccino è una misura necessaria di prevenzione“. Al momento delle 4mila persone, riporta Fanpage, circa 1300 sono state già vaccinate.

Leggi anche —> Tragedia nella notte: ragazza di 19 anni muore dopo un malore