Carenza o eccesso di magnesio: quali sono le conseguenze

Medici
(Getty Images)

La carenza o l’eccesso di magnesio, una delle sostanze più presenti nell’organismo, possono provocare dei disturbi a livello fisico e psichico.

Il magnesio è un minerale indispensabile per l’organismo tanto da essere il secondo elemento più presente nelle cellule umane. Questo macroelemento è coinvolto in quasi tutte le reazioni delle cellule e in un adulto ne sono presenti tra i 20 ed i 28 grammi, il cui 50%/60% è concentrato nelle ossa, il 39% nei tessuti molli e l’1% nel sangue. La carenza o l’eccesso di magnesio, dunque, possono causare dei disturbi non solo fisici, ma anche psichici essendo il minerale anche presente nel sistema nervoso.

Leggi anche —> Osteoporosi: i sintomi e come prevenire la patologia che colpisce le ossa

Carenza o eccesso di magnesio: il minerale che rappresenta una delle sostanze più importanti nell’organismo

Una carenza di magnesio può provocare diversi disturbi a livello fisico e psichico. Il minerale è, difatti, come riportato sul sito della clinica milanese Humanitas, è tra le sostanze più importanti presenti nel nostro organismo ed è coinvolto in quasi tutte le reazioni che avvengono nelle cellule. Il macroelemento è il cofattore di oltre 300 enzimi che controllano processi molto diversi, dalla sintesi delle proteine al funzionamento dei muscoli e dei nervi, fino al controllo della glicemia e della pressione sanguigna. In un adulto, in genere, come riporta il sito di Humanitas, sono presenti tra i 20 e i 28 grammi di magnesio, concentrati nello specifico il 50-60% nelle ossa, il 39% nei tessuti molli e solo l’1% nel sangue. Il minerale sarebbe anche indicato per contrastare i dolori mestruali ed è consigliato, riporta Humanitas, assumerlo circa una settimana prima dell’inizio del ciclo. Quando i livelli del minerale si abbassano o si alzano si può andare incontro a diversi disturbi anche a livello psichico essendo il minerale presente anche nel sistema nervoso. Come riporta il sito della clinica milanese, la carenza di magnesio, che può manifestarsi in persone che stanno assumendo farmaci o che soffrono di patologie, le quali compromettono l’assorbimento del minerale, può provocare: crampi e contrazioni muscolari, intorpidimenti, convulsioni, aritmie, spasmo delle coronarie, cambiamenti di personalità e riduzione dei livelli di calcio e di potassio nel sangue. In caso contrario, invece, quando si verifica un eccesso di magnesio i disturbi possono essere: diarrea, che può essere associata a nausea e crampi addominali. In caso di assunzione superiore ai 5 grammi al giorno, riporta il sito di Humanitas, si possono verificare abbassamenti della pressione, arresto della peristalsi intestinale, depressione, letargia, debolezza muscolare, difficoltà respiratorie e, nei casi più gravi, arresto cardiaco. La dose giornaliera di magnesio consigliata è di circa 300mg, valore di riferimento europeo. Il minerale è presente in quasi tutti gli alimenti, ma in maniera particolare nei vegetali a foglia verde, nei legumi, nella frutta secca, nei semi e nei cereali integrali e nelle banane.

Il presente articolo non ha carattere medico, ma uno scopo esclusivamente narrativo. Per tale ragione vi consigliamo di rivolgervi ad un medico qualora doveste riscontrare l’insorgenza di qualsiasi problematica legata all’argomento in questione.

Leggi anche —> Celiachia, i sintomi che potrebbero avvisare dell’intolleranza ancora prima di un test