Max Verstappen (©Getty Images)

F1| Verstappen: “Anche Alonso avrebbe vinto sulla Mercedes”

Di sicuro non è uno che teme di crearsi inimicizie quando apre bocca e difatti anche in un’intervista esclusiva al Corriere della Sera, Max Verstappen, non ha risparmiato qualche frecciata alla sua Red Bull e ad alcuni colleghi.

Non sono soddisfatto della stagione perché non ho vinto il titolo“, ha attaccato l’olandese. “La Mercedes si è dimostrata miglia e miglia davanti a noi e anche la Ferrari ci ha fatto ombra. Ci riproveremo nel 2020. Siamo fiduciosi, ma dobbiamo cambiare passo. Sarà decisivo avere dalla Honda un motore più potente“.

Interrogato sul ferrarista Charles Leclerc, il #33 ha negato i vociferati dissapori. “Per me è un avversario come un altro“, ha detto. “Personalmente mi aspetto di lottare a lungo con lui. Siamo giovani e questo è un bene per la F1. Stanno arrivando le nuove generazioni, per cui invito tutti a tifare per noi, a meno che pensiate che non sia noioso vedere Hamilton sempre primo“.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Sulle regole 2021 Mad Max ha poi mostrato di avere e idee chiare e bastian contrario: “Le auto saranno più lente di 4 o 5″. Troppo lente per i miei gusti, ma se ci saranno maggiori chance di sorpasso, allora si compenserà. Per quanto concerne le 25 gare, sono eccessive. Meglio 20 e di alta qualità. A mio avviso si potrebbe scendere a 18.

Infine una stoccata ad Ham e ad un ex del Circus. “Lewis è uno dei migliori di sempre, ma è stato aiutato dalla macchina che guida. Se ci fosse stato Alonso nella squadra tedesca, avrebbe vinto lui“, ha buttato lì. “La fortuna conta nello sport. Puoi entrare in un team e questo diventa dominante, oppure ti puoi ritrovare in un’equipe nel momento sbagliato e non riesci ad ottenere nulla. Ciò però non significa che non vali“, ha tenuto a sottolineare il figlio d’arte.

Chiara Rainis