Max Verstappen e Alexander Albon, la coppia di piloti della Red Bull per il Mondiale di F1 2020 (Foto Philip Platzer/Red Bull)
Max Verstappen e Alexander Albon, la coppia di piloti della Red Bull per il Mondiale di F1 2020 (Foto Philip Platzer/Red Bull)

F1 | Arriva la decisione: Red Bull e Toro Rosso confermano i piloti per il 2020

Squadra che vince non si cambia. E se non vince, ma almeno convince, non si cambia lo stesso. È quello che devono aver pensato alla Red Bull, puntando sulla continuità per la formazione dei piloti di entrambe le proprie squadre in vista della prossima stagione.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Dunque spazio, a fianco del blindatissimo Max Verstappen, ad Alexander Albon, promosso da Faenza a Milton Keynes nel bel mezzo della sua stagione di debutto, dopo soli dodici Gran Premi in Formula 1, ma capace di impressionare sufficientemente i suoi responsabili (e tutto il paddock) da garantirsi il rinnovo definitivo. Il giovane thailandese ha infatti chiuso ogni gara tra i primi sei, ottenendo addirittura più punti del suo blasonato caposquadra.

Red Bull, Albon confermato al fianco di Verstappen

“Alex ha ottenuto prestazioni estremamente buone dal suo debutto con il team in Belgio”, gli riconosce il team principal Christian Horner, “e i suoi risultati parlano da soli. È difficile negare questo livello di costanza di rendimento, accoppiato ad una reputazione crescente di pilota tenace, fiero e impegnato: questo ha dimostrato che Alex si merita appieno di continuare i suoi progressi con la Red Bull. C’è ancora molto potenziale da sfruttare e non vediamo l’ora di osservarlo in azione a fianco di Max nel 2020”.

Il diretto interessato, dal canto suo, intende utilizzare la sua crescente esperienza per migliorare ulteriormente nella prossima stagione: “Questo è stato un anno incredibile per me”, ammette Albon, “e la chiamata ricevuta dalla Red Bull a metà stagione è stata già un grande passo, perciò ora userò ciò che ho imparato in questo campionato per lottare al vertice nel 2020”.

Toro Rosso, restano Gasly e Kvyat

La riconferma di Albon chiude le porte dell’ultimo sedile in un top team ancora da assegnare per il prossimo Mondiale. E costringe Pierre Gasly e Daniil Kvyat, entrambi retrocessi dalla Red Bull in tempi diversi, ad accontentarsi di restare nella seconda squadra della Toro Rosso. “Sono contento del loro rinnovo”, commenta il boss Franz Tost. “Entrambi hanno messo in mostra prestazioni ottime e hanno dimostrato di essere competitivi, capaci di sfruttare il potenziale della macchina e di dare indicazioni importanti per lo sviluppo. Il loro è un duo giovane ma esperto, che speriamo sia combinato ad una macchina competitiva per ottenere una stagione di successo nel 2020”.

Ad oggi l’unica squadra che deve ancora formalizzare la sua coppia di piloti per il 2020 resta dunque la Williams. Secondo le indiscrezioni il nuovo compagno di squadra di George Russell, dopo il ritiro di Robert Kubica, dovrebbe essere Nicholas Latifi, ma la squadra di Grove ha già fatto sapere che attenderà la fine della stagione per dare un annuncio ufficiale.