Sebastien Ogier al volante della Ford nel Rally d'Australia 2018 del Wrc (Foto Jaanus Ree/Red Bull)
Sebastien Ogier al volante della Ford nel Rally d’Australia 2018 del Wrc (Foto Jaanus Ree/Red Bull)

Wrc | Rally d’Australia annullato per incendi: il Mondiale Wrc 2019 finisce così

Il Rally d’Australia, ultima tappa del campionato del mondo Wrc 2019, non si disputerà. Colpa dei gravi incendi boschivi che hanno colpito in questi giorni lo stato del New South Wales, nella zona vicina al campo base della gara di Coffs Harbour. Gli organizzatori sono stati costretti a prendere questa difficile decisione, annunciata martedì, a seguito di lunghe consultazioni con il governo dello Stato, i servizi d’emergenza, la comunità locale e ovviamente la Federazione internazionale dell’automobile.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Lo Stato del New South Wales ha attualmente dichiarato lo stato d’emergenza e il divieto di accendere qualsiasi fuoco, per via di condizioni descritte addirittura come “catastrofiche” in alcune regioni. Il presidente dell’evento, Andrew Papadopulos, ha spiegato che la cancellazione era l’unica soluzione possibile, per garantire la sicurezza di oltre mille persone coinvolte tra commissari, concorrenti e altri ruoli. “Tenendo in considerazione il miglior interesse di tutti coloro che sono coinvolti nel rally e ovviamente dell’intera comunità, disputare la gara non sarebbe appropriato”, ha comunicato. “I nostri pensieri vanno agli abitanti del New South Wales, specialmente chi ha perso delle persone amate o le proprie case per colpa degli incendi, e ringraziamo la comunità del rally per il sostegno e la comprensione”.

Wrc 2019, Hyundai è campione costruttori

Gli organizzatori avevano predisposto anche un programma alternativo, con un percorso ridotto di circa 90 km e con la ripetizione di quattro prove speciali, ma anche questa soluzione precauzionale si è rivelata impraticabile. Annullato contestualmente anche il gala di lunedì notte per celebrare la chiusura della stagione del Mondiale Rally, previsto al Museo nazionale marittimo australiano nel pittoresco Darling Harbour di Sydney.

La stagione 2019 del Wrc si conclude dunque così, bruscamente. Questa decisione non ha alcun effetto sull’esito del Mondiale piloti, che era già stato matematicamente vinto dall’estone Ott Tanak, ma impedisce alla Toyota di tentare la rimonta sulla Hyundai, che si laurea così campione costruttori in virtù dei 18 punti di vantaggio accumulati.