Clamoroso in F1: dopo aver vinto tutto la Mercedes potrebbe lasciare

0
3301
Ferrari e Mercedes (Getty Images)
Ferrari e Mercedes (Getty Images)

F1 | Clamoroso in F1: dopo aver vinto tutto la Mercedes potrebbe lasciare

Dal 2021 partirà il nuovo Patto della Concordia. La Ferrari ha già firmato prendendosi anche la fetta più grossa dei proventi. Ora l’altra firma illustre da attendere è quella della Mercedes, che per ora si fa attendere. A fare la voce grossa ci ha pensato Toto Wolff.

Come riportato da “Motorsport.com”, il team principal del marchio di Stoccarda ha così affermato: “Non ci sono garanzie per vedere ancora il marchio in F1 dopo il 2020, ma tutto porta verso quella direzione. Stiamo discutendo il nuovo Patto della Concordia. La F1 però sarà rilevante come spettacolo di intrattenimento e innovazione tecnologica? Vogliamo restare qui a lungo termine? La Ferrari è in F1 da sempre”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Wolff: “Noi abbiamo vinto tutto”

Toto Wolff ha poi proseguito: “Loro costruiscono vetture da corsa e stradali, ma hanno una visione diversa dei GP. Noi abbiamo vinto tutto, quindi non abbiamo nulla da dimostrare e possiamo anche andarcene. Entrambe le strategie sono plausibili. Se oggi facciamo un sondaggio e chiediamo alle persone quale è la squadra più vincente in tanti risponderebbero Ferrari perché loro sono all’avanguardia e competitivi da 50 anni”.

Infine il numero uno della Mercedes ha così concluso: “Penso che non si può vincere per sempre e può anche succedere di chiudere terzo. Se sei un marchio abituato a vincere devi mantenere realistiche le tue aspettative e capire che non potrai sempre importi. Dovrei cominciare a convincere me stesso. Se parteciperemo alla F1 lo faremo anche come motoristi altrimenti no”.

L’impressione però è che il buon Toto Wolff voglia solo fare pressione su Liberty Media per strappare condizioni più vantaggiose. Difficile, infatti, immaginare una Mercedes lontana dalla F1 sull’immediato futuro visto il grande ritorno di immagine che sta ricevendo.

Antonio Russo