toprak razgatlioglu
Toprak Razgatlioglu (foto WorldSBK)

Toprak Razgatlioglu è il colpo grosso della Yamaha per provare a vincere il campionato mondiale Superbike. L’ultimo titolo risale al 2009 e fu conquistato da Ben Spies, ora la casa di Iwata con il giovane e talentuoso pilota turco ha voglia di strappare la corona iridata a Jonathan Rea.

Il pupillo di Kenan Sofuoglu è cresciuto molto nell’arco dell’ultima stagione, riuscendo anche a vincere due gara con la Kawasaki del team Puccetti Racing. Fino all’ultimo round è stato in lizza per il terzo posto finale nella classifica generale. Ha chiuso quinto e con la consapevolezza di essere uno dei top rider della categoria.

Superbike, Razgatlioglu non pensa alla MotoGP per il futuro

Razgatlioglu in Yamaha correrà finalmente per un team ufficiale e sa che le pressioni saranno maggiori nel 2020. Ciò, però, non lo spaventa. Il turco ha 23 anni e un grande futuro davanti a sé. Può diventare un punto di riferimento del campionato mondiale Superbike a lungo.

Anche se praticamente tutti i piloti sognano di correre in MotoGP, invece Razgatlioglu in questo momento non sembra pensarci: “Ho parlato con Kenan Sofuoglu più volte – ha dichiarato a Motosprint –, il mio desiderio non è rappresentato dalla MotoGP. Non sogno la classe Regina, io voglio vincere il Mondiale SBK, davvero. Ho 23 anni, non so, magari non sono abbastanza giovane per la Top Class dei prototipi. Chissà, magari farò nelle derivate di serie 10 anni con Yamaha, poi si vedrà. Al momento non voglio la MotoGP”.

Toprak è concentrato sul presente e non guarda troppo in là nel tempo. Adesso sta per iniziare la nuova avventura con Yamaha e l’obiettivo è vincere nel WorldSBK. Più avanti si vedrà se il turco avrà la chance di approdare in MotoGP. Oggi ogni tipo di discorso sul tema risulta prematuro.