La figlia di Schumacher vince in sella a… un cavallino rosso (GALLERY)

L'esibizione di freestyle a Fieracavalli a Verona dedicata a Michael Schumacher dalla figlia Gina Maria (Foto dal profilo Instagram ufficiale di Gina Maria Schumacher)
L’esibizione di freestyle a Fieracavalli a Verona dedicata a Michael Schumacher dalla figlia Gina Maria (Foto dal profilo Instagram ufficiale di Gina Maria Schumacher)

News | La figlia di Schumacher vince in sella a… un cavallino rosso (GALLERY)

Per la famiglia Schumacher, vincere è un’abitudine, fa quasi parte del Dna. Eppure, quella che ha visto protagonista la giovane Gina Maria, figlia del grande Michael Schumacher, questo weekend in occasione della Fieracavalli di Verona, è stata una vittoria davvero diversa dalle altre.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

La 22enne tedesca, campionessa d’equitazione, si è infatti presentata in sella al suo destriero Shine N Whiz nella gara di freestyle sfoggiando un commovente tributo al suo indimenticato genitore: il cavallo era infatti completamente vestito di rosso, e anche lei indossava la tuta della Ferrari e l’inconfondibile casco di Schumi.

La sua esibizione, in costume e a tempo di musica, è stata tutta dedicata alla Formula 1, con tanto di pit stop e cambi gomme simulati. E il risultato è stato il migliore possibile: con il punteggio di 223, infatti, aveva trionfato nella categoria del reining, dopo aver dominato già nel giorno precedente la classifica dei Quarter Horse.

Gina Maria Schumacher è un’amazzone di grande successo, che nel corso degli anni si è aggiudicata numerose gare, compresi i campionati del mondo di reining in Svizzera nel 2017 e il Mondiale junior nel 2018. Lei stessa ha recentemente spiegato come il suo amore per i cavalli le abbia dato la forza di andare avanti e affrontare la tragedia di suo padre Michael, tuttora alle prese con i gravi danni cerebrali riportati nel corso dell’incidente sugli sci di cui fu vittima nel dicembre 2013.

In un’intervista concessa alla rivista tedesca She’s Magazine, ha rivelato che suo padre stesso le aveva parlato per primo delle speciali responsabilità connesse allo sport dell’equitazione: “Quando guidi una macchina”, ha raccontato, “dopo la puoi mettere in garage. Ma un cavallo ha bisogno di attenzioni continue, anche alla domenica”.

Leggi anche —> L’ex manager di Schumacher: “Michael si riprenderà”