Polizia
Polizia (Getty Images)

Un ergastolano, detenuto nel carcere Bollate per l’omicidio di tre carabinieri, avrebbe accoltellato un anziano di 79 anni a Milano durante un permesso premio.

Un uomo di 60 anni, condannato all’ergastolo per l’omicidio di tre carabinieri, avrebbe accoltellato alla gola un 79enne nella giornata di ieri, sabato 9 novembre, durante un permesso premio. L’aggressione, secondo la ricostruzione degli inquirenti riportata dalla redazione de Il Giorno, si sarebbe consumata nel parcheggio sotterraneo dell’ospedale San Raffaele di Milano. Il responsabile è stato arrestato dalla polizia con un taglierino in tasca ancora sporco di sangue.

Leggi anche —> Napoli, dramma a Scampia: ragazzo si toglie la vita gettandosi da una finestra

Ergastolano accoltella un anziano durante un permesso premio: aveva ucciso tre carabinieri nel 1979 ed uno studente cinque anni prima

Esce dal carcere per un permesso premio e aggredisce un anziano con un taglierino. Questo è quanto sarebbe accaduto nel pomeriggio di ieri, sabato 9 novembre, a Milano intorno alle 18. Secondo una prima ricostruzione riportata dalla stampa locale e dalla redazione de Il Giorno, un uomo di 79 anni sarebbe stato aggredito e ferito con una coltellata alla gola nel parcheggio sotterraneo dell’ospedale San Raffaele del capoluogo lombardo nel corso di una rapina. Responsabile del ferimento sarebbe Antonio Cianci, un pregiudicato condannato all’ergastolo e detenuto nel carcere di Bollate che aveva ottenuto un permesso premio. Cianci è in carcere dal 1979, quando la sera del 9 ottobre uccise tre carabinieri a colpi di pistola che lo avevano fermato a bordo di un’auto rubata a Melzo (Milano). L’uomo, nel 1974 prima del massacro dei tre militari dell’Arma, all’età di 15 anni, aveva ucciso uno studente 29enne che lavorava come metronotte in una fabbrica di Segrate, ma aveva evitato il carcere per la giovane età. Il 60enne è stato fermato poco dopo, come riporta Il Giorno, dalla polizia con un taglierino in tasca ancora sporco di sangue. La vittima della rapina sfociata nell’accoltellamento è stata, invece, ricoverata in ospedale e sarebbe attualmente in condizioni gravi, ma non in pericolo di vita.

Leggi anche —> Rimane chiuso fuori in terrazzo: uomo forza la porta e si scaglia contro la madre