Valentino Rossi
Valentino Rossi (Getty Images)

MotoGP, John Hopkins: “Per Valentino Rossi è frustrante”

Valentino Rossi ha perso il podio in Malesia per un soffio Malesia. Nella lotta contro la Ducati gli mancava la velocità sui rettilinei. “È frustrante”, afferma il veterano John Hopkins.

Al traguardo Valentino Rossi ha lamentato un gap di 3,5 decimi di secondo da Andrea Dovizioso, al termine di una sfida in cui il pesarese avrebbe forse meritato di più. Colpa di una Yamaha M1 che latita di top speed sui rettilinei, là dove la Ducati Desmosedici del forlivese ha fatto la differenza. L’ex pilota americano nell’ultima edizione del podcast “Last On The Brakes” su MotoGP.com, difende l’operato del Dottore: “Devi davvero dispiacerti per Valentino Rossi, perché pensavo davvero che sarebbe finito sul podio. Ma purtroppo le cose sono andate diversamente ed è così frustrante dover combattere una moto come la Ducati”.

Quando una moto manca di cavalli non si può fare altro che rischiare. “Manca solo di potenza, quindi devi solo rischiare tutto come pilota. Ricordo esattamente com’era quando ho dovuto combattere contro i concorrenti Ducati e Honda alla Suzuki”, ricorda il 36enne. “A volte in questa situazione, devi rischiare le manovre più pericolose dove non riesci a passare. Praticamente puoi spingere l’avversario fuori dalla linea ideale in modo che non possa contrattaccare Devi solo rischiare tutto ed è molto frustrante affrontarlo”, ha aggiunto. John Hopkins.

Da qui sorgono spontanei i problemi riscontrati in gara da Valentino Rossi: “Quando sei bloccato dietro un avversario su una buona moto, non puoi guidare la tua solita linea e alla fine distruggerai le gomme. Stai cercando di adattare il tuo stile di guida solo per riuscire a passare. Sarebbe stato davvero bello vederlo sul podio, perché ha guidato davvero bene. Proprio come Dovi – ha concluso l’ex stella Suzuki -, che ovviamente ha fatto una gara eccezionale”.