Marco Triches
Marco Triches (foto dal web)

I colleghi del vigile del fuoco Marco Triches, morto nell’esplosione a Quargnento (Alessandria), lo hanno voluto ricordare con una sua video intervista pubblicata sul sito e sui social.

Il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco ha pubblicato sul proprio sito e sui social il video di una vecchia intervista fatta a Marco Triches, uno dei tre pompieri morti nell’esplosione della cascina di Quargnento, in provincia di Alessandria, nella notte tra lunedì 4 e martedì 5 novembre. Nel filmato, risalente al 2010 e girato alle SFO (Scuole di Formazione dei Vigili del Fuoco), il 38enne parla del suo lavoro e della passione per quest’ultimo.

Leggi anche —> Camion prende fuoco in autostrada: l’esplosione travolge i vigili del fuoco

Marco Triches, il vigile del fuoco morto a Quargnento: la video intervista pubblicata sui social

Non mi sento un eroe, mi sento una persona che spera di avere l’opportunità di salvare della gente“, così raccontava il suo amore per la divisa Marco Triches, il vigile del fuoco morto insieme ai due colleghi Matteo Gastaldo e Antonino Candido, nell’esplosione verificatasi in una cascina di Quargnento (Alessandria) nella notte tra lunedì e martedì. Il vigile del fuoco 38enne lo raccontava in un’intervista rilasciata nel 2010 alle SFO (Scuole di Formazione dei Vigili del Fuoco) il cui video è stato pubblicato sul sito e sui profili social dal Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco a due giorni dalla tragedia di Quargnento. “Fare il vigile del fuoco -spiegava Marco Triches- significa fare tutto, significa aiutare la gente è quello che ho sempre sognato. Quando mi hanno dato il tesserino è stata un’esperienza unica, è un po’ un sogno vedertelo tra le mani dopo aver sperato di averlo per diverso tempo“. Il filmato, che ha raccolto migliaia di like e commenti in ricordo del pompiere, è stato accompagnato da un messaggio scritto dai colleghi: “Abbiamo i brividi per le parole di Marco Triches che parlava del suo lavoro di pompiere durante il corso d’ingresso: ‘Se domani non dovessi più tornare racconta a tutti del mio amore esagerato per questa divisa’. Quel domani per lui, per Matteo Gastaldo e Antonino Candido è stato martedì, nella notte maledetta di Quargnento“. I funerali delle tre vittime sono stati celebrati stamane ad Alessandria nella cattedrale dal vescovo, monsignor Guido Gallese. Alle esequie hanno preso parte migliaia di persone, tra cui diverse istituzioni, per dare l’ultimo saluto ai tre vigili del fuoco morti mentre svolgevano il proprio lavoro.

Leggi anche —> Tragedia nella notte: morti durante un intervento tre vigili del fuoco