Marco Carta furto
A ‘Live – Non è la D’Urso’ Marco Carta dice la verità sul furto – FOTO: screenshot

Marco Carta è stato assolto in primo grado per il caso del furto delle magliette. La Cassazione, però, annuncia: “il suo arresto fu legittimo”.

Per la Corte di Cassazione, l’arresto di Marco Carta per il furto delle magliette alla Rinascente di Milano dello scorso maggio fu legittimo. La decisione arriva dopo l’assoluzione ricevuta dal cantante dal Tribunale di Milano.

Leggi anche—>Marco Carta asfalta gli haters: “Mi mandavate foto di antitaccheggi, ora zitti” – FOTO

Marco Carta, la Cassazione: “arresto legittimo”. I legali: “la pronuncia della Cassazione non annulla, né inficia in alcun modo, l’assoluzione”

La Corte di Cassazione, accogliendo il ricorso della Procura di Milano contro la convalida dell’arresto del cantante da parte del giudice, ha dichiarato che l’arresto di Carta è stato “legittimamente eseguito“. La pronuncia della Cassazione, tuttavia, non inficia l’assoluzione come hanno spiegato gli stessi avvocati del cantante. Con una nota gli avvocati del cantante hanno fatto sapere «che la pronuncia della Cassazione non annulla, né inficia in alcun modo, l’assoluzione con formula piena emessa dal Tribunale di Milano», si legge sul Secolo XIX.

Leggi anche—>Marco Carta annuncia il nuovo album: il titolo scatena l’ironia sui social

Sul periodo che ha dovuto affrontare, Carta, ai microfoni di Non è la D’Urso, ha dichiarato: “Sono stati mesi difficili. Ho sempre tenuto una maschera con un sorriso stampato in faccia per far stare tranquilli i miei familiari, ma non è stato facile. Sapevo di essere innocente. Sono stato preso di mira soprattutto sui social e ora ho portato tutto alla polizia postale – ha raccontato alla D’Urso. Barbara quando sono venuto qui io sapevo di non aver fatto niente, ma in Italia spesso è più facile credere alle cattive cose che a quelle belle. Questo è un Paese che punta facilmente il dito. Avevo problemi ad uscire per strada, mi sentivo osservato, magari era una mia paranoia, ho trovato rifugio in Ufi (il fidanzato Sirio Campedelli)”.